Anice, per curare contusioni, gastrite e tosse

Sotto il generico nome di anice si raggruppano piante che non hanno in realtà parentele botaniche

140

ANICE

Nome Scientifico:

Pimpinella Anisum

Famiglia: Umbellifereae

Principi Attivi:

olio essenziale, proteine, zuccheri, pimpinella, tannino, oli grassi, anetolo

Anice
Anice

Parti utilizzate: foglie e semi

CONTUSIONI

Cataplasma: si versa mezzo litro di acqua bollente su 15 grammi di foglie e semi schiacciati e si lasciano riposare per 15 minuti. Si preparano dei cataplasmi freschi e si applicano spesso.

GASTRITE

Decotto: si fanno bollire 20 grammi di semi con una ciotola di acqua per 1 minuto, si lascia poi a riposo per 10 minuti e se ne prende 1 tazza 2 volte al giorno.

TOSSE

Infuso: Si schiacciano leggermente 15 grammi di semi, si versa 1 tazza di acqua bollente sopra gli stessi, si copre e si lascia riposare per 15 minuti. Si torna a riscaldare e se ne prende una tazza molto calda 3 volte al giorno.

Sotto il generico nome di anice si raggruppano piante che non hanno in realtà parentele botaniche. Le piante sono accomunate dall’aroma dei loro semi o frutti, praticamente identico. Si suppone che siano tutte arrivate dall’Oriente in tempi remoti. Ne vengono utilizzati i semi o i piccoli frutti, essiccati ed, eventualmente, pestati.

INDICE COMPLETO DELLE ERBE E PIANTE MEDICINALI