Il bilancio delle vittime dell’alluvione in Europa arrivato a 157 morti

I soccorritori stanno ancora cercando sopravvissuti nelle città devastate dalle inondazioni in Germania e Belgio mentre il bilancio delle vittime di una settimana di inondazioni improvvise è salito a 157.

Centinaia di persone sono ancora disperse in Germania, dove l’acqua si sta ritirando dopo giorni di forti piogge rivelando devastazioni: strade disseminate di detriti e auto e camion rovesciati, spesso accartocciati; edifici distrutti e fango ovunque.

Circa 700 residenti sono stati evacuati nella tarda serata di venerdì dopo la rottura di una diga nella città di Wassenberg, vicino al confine olandese, secondo quanto riferito da Reuters. Il sindaco della città ha affermato sabato che è troppo presto per consentire ai residenti di tornare, ma i livelli dell’acqua si stanno “stabilizzando”.

Un’altra diga nella Germania occidentale, la diga di Steinbachtal, è a rischio e circa 4.500 persone sono state evacuate dalle case a valle.

Piangiamo con coloro che hanno perso amici, conoscenti, familiari“, ha detto il presidente tedesco Frank-Walter Steinmeier durante una visita a Erftstadt, a sud-ovest di Colonia, dove le case sono crollate mentre il terreno sotto di loro è scivolato via in una frana. Il disastro ha ucciso almeno 43 persone e altre sono disperse Il loro destino sta strappando i nostri cuori“, ha detto Steinmeier.

Le strade intorno a Erftstadt sono impraticabili e le squadre di soccorso che evacuano i sopravvissuti in barca hanno dovuto utilizzare i walkie-talkie per comunicare perché la rete dei telefoni cellulari è fuori uso, ha riferito il Guardian.

La rete mobile è crollata. L’infrastruttura è crollata. Gli ospedali non possono accogliere nessuno. Le case di cura hanno dovuto essere evacuate”, ha detto un portavoce del governo regionale a Colonia.

 

Il bilancio in tutta la Germania ha raggiunto 133 morti sabato, il peggior disastro naturale del paese da decenni.

Le case nella valle dell'Ahr nel distretto di Walporzheim vengono distrutte.
Le case nella valle dell’Ahr nel distretto di Walporzheim sono distrutte.
dpa/picture alliance via Getty I

Almeno una centrale elettrica in Germania è stata danneggiata dalle inondazioni e 114.000 famiglie sono rimaste senza elettricità .

L’acqua pulita è stata un problema anche in Belgio, dove si prevede che le acque alluvionali in alcune aree continueranno a salire.

Il bilancio delle vittime è salito a 24, secondo il centro nazionale di crisi. Mancano ancora una ventina di persone.

Questa foto scattata ad Angleur, vicino a Liegi, il 17 luglio 2021 mostra un'auto distrutta in strada
Almeno una centrale elettrica in Germania è stata danneggiata dalle inondazioni e 114.000 famiglie sono rimaste senza elettricità. AFP tramite Getty Images
I soldati dell'esercito tedesco controllano la presenza di vittime nelle auto allagate su una strada a Erftstadt, in Germania oggi.
I soldati dell’esercito tedesco controllano le vittime nelle auto su una strada allagata a Erftstadt, in Germania. AP

Ci sono un certo numero di dighe sulla Mosa [fiume] in condizioni preoccupanti“, ha detto il ministro degli interni belga Annelies Verlinden.

Anche i servizi di emergenza nei Paesi Bassi sono rimasti in allerta poiché i fiumi in piena stanno minacciando città e villaggi in tutta la provincia meridionale del Limburgo.

In Svizzera, le forti piogge hanno fatto tracimare diversi fiumi e laghi, con le autorità della città di Lucerna che hanno chiuso diversi ponti pedonali sul fiume Reuss, secondo quanto riportato dall’Associated Press. Evacuate anche diverse città del Lussemburgo.