Panic Room: cosa devi sapere prima di costruire il tuo mini bunker

1006
bunker

Le “stanze antipanico” o bunker sono delle camere sicure solitamente installate in residenze private per fornire sicurezza e protezione agli abitanti. Molti personaggi famosi hanno investito in panic room. Ad esempio, Sir Paul McCartney ha effettivamente costruito una stanza antipanico dopo che il suo amico John Lennon è stato assassinato e George Harrison è stato pugnalato più volte durante un tentativo di furto.

Madonna è un altro esempio di una figura famosa che ha anche investito in una panic room. La sua lussuosa stanza di sicurezza ha pareti d’acciaio spesse 5 pollici, monitor TV, un telefono e forniture per durare diversi giorni.

Cosa devi preparare prima di costruire un mini bunker

Ora, prima di iniziare a demolire la tua casa per fare spazio alla tua panic room, devi assicurarti di spuntare queste cose dalla tua lista.

Consultare un architetto è fondamentale

Trova un architetto per aiutarti a verificare le certificazioni e la stabilità della struttura. L’ultima cosa che vuoi è una camera costosa di cui ti penti di aver investito. Quindi, non aver paura di fare domande prima di iniziare i lavori.

Avere abbastanza spazio, preferibilmente sottoterra

Gli scantinati sono bunker perfetti perché sono nascosti e con ingressi ridotti. In questo modo, puoi nasconderti dagli intrusi e proteggere la tua famiglia da qualsiasi potenziale pericolo. Se non hai un seminterrato, andrà bene una stanza nascosta all’interno della tua casa.

Assicurati che lo spazio nel futuro bunker sia privo di muffa o danni causati dall’acqua

Prima di iniziare la costruzione, ripara eventuali danni causati dall’acqua ed elimina la crescita di muffe per garantire una ristrutturazione e una costruzione senza interruzioni. La crescita di muffe non trattate e i danni causati dall’acqua possono portare più problemi in futuro, quindi è meglio sbarazzarsene ora.

Quali sono gli elementi essenziali di un mini bunker

Le “panic room” nei film e negli spettacoli televisivi spesso sembrano lussuose e costose. Può essere bello avere un vasto sistema di intrattenimento e infinite scorte di cibo durante un tornado, ma non è fondamentale. La buona notizia è che non devi spendere una fortuna per avere una vera e propria panic room. Hai solo bisogno dell’essenziale. In questo articolo, analizzeremo i primi cinque elementi essenziali di cui hai bisogno per un mini bunker.

Fortificazione

Il punto vitale di un bunker è la capacità di proteggere chiunque si trovi all’interno e per fare questo, la stanza richiede pareti spesse e insonorizzate, punti di ingresso ridotti e una porta estremamente resistente. Inoltre, non ci devono essere finestre poiché averle aumenterebbe le possibilità di intrusioni.  Le porte blindate sono essenziali per proteggerti dai pericoli esterni. Le porte in legno potrebbero sembrare esteticamente piacevoli, ma non saranno in grado di tenerti al sicuro in caso di disastro.

Gli scantinati sono il luogo perfetto perché le loro pareti sono solitamente spesse e di cemento.  Per una protezione aggiuntiva, i pannelli in acciaio blindato per pareti sono ottimi per mantenere la stanza insonorizzata e sicura.

Alimentazione elettrica autonoma

Le stanze antipanico sono costruite per tenerti in vita per giorni, quindi l’energia elettrica è qualcosa su cui non puoi scendere a compromessi. Un sistema di alimentazione autonomo è essenziale. In situazioni in cui la tua energia potrebbe essere interrotta, può essere spaventoso restare senza. Con un sistema di alimentazione autonomo, puoi comunque sopravvivere anche in caso di interruzioni di corrente.

L’ultima cosa di cui hai bisogno è essere lasciato in una stanza buia senza mezzi di comunicazione, ventilazione o alimentazione. Quindi, quando si tratta di alimentazione, sicuramente non vuoi risparmiare e scendere a compromessi poiché può influire sulla tua sicurezza generale.

Ventilazione

Poiché le camere antipanico hanno punti di ingresso ridotti e senza finestre, la ventilazione può essere un grosso problema. Per risolvere il problema della mancanza di ventilazione, è indispensabile disporre di una presa d’aria che si apra o si chiuda per l’aria fresca.  Controlla la qualità dell’aria interna, mantiene l’aria pulita dagli inquinanti e mantiene il comfort in uno spazio. Poiché gli scantinati o le stanze antipanico non hanno alcuna ventilazione naturale, possono diventare soffocanti e possono essere piuttosto pericolosi se la circolazione dell’aria viene interrotta.

Impianto idraulico

Puoi rimanere rintanato nel mini bunker per giorni. Senza alcun impianto idraulico, può essere scomodo, soprattutto se ci sono più di due persone nella stanza con te.  Una toilette portatile farà il lavoro, ma se hai qualche soldo in più a portata di mano, è preferibile installare una fossa settica e un impianto idraulico separato con un bagno.

Forniture varie

Ricordati di rifornirti di tutto ciò di cui hai bisogno, come i farmaci, il cibo in scatola, acqua e coperte. Se preferisci cucinare cibo invece di mangiare cibi in scatola, potresti fare scorta di ingredienti e gadget da cucina . Alcuni gadget da cucina rendono più facile cucinare e non occupano molto spazio, quindi sono perfetti per la conservazione e l’uso per le emergenze.

Correlati:

Compra o muori: oggetti necessari per sopravvivere all’apocalisse

Il Bunker di Mussolini che restò segreto per 60 anni