Facebook spia 2 miliardi di utenti WhatsApp

Il servizio di messaggistica crittografata di Facebook, WhatsApp, potrebbe non essere così privato come pensi, secondo un rapporto esauriente pubblicato da ProPublica martedì.

WhatsApp è l’app di messaggistica mobile globale più popolare al mondo

WhatsApp, che è l’app di messaggistica mobile globale più popolare al mondo con oltre due miliardi di utenti attivi mensili, afferma che la sua società madre Facebook non può accedere alle conversazioni tra gli utenti. Tuttavia, è stato anche riferito che Facebook paga oltre 1.000 lavoratori in tutto il mondo per leggere e monitorare messaggi WhatsApp apparentemente privati, mettendo in dubbio le pratiche sulla privacy del gigante dei social media.

L’app di messaggistica ha la crittografia end-to-end dal 2016; tuttavia, esistono alcune circostanze in cui i messaggi possono essere letti da questi monitor. Apparentemente, l’azienda di contratto di moderatore di Facebook Accenture impiega almeno 1.000 moderatori che esaminano i contenuti segnalati dagli utenti che sono stati identificati dal suo algoritmo di apprendimento automatico e ProPublica scrive che tengono d’occhio spam, disinformazione, incitamento all’odio, potenziali minacce terroristiche, abusi sessuali su minori materiale (CSAM), ricatti e “attività a orientamento sessuale”, tra le altre cose.

Quando qualcuno segnala un messaggio, anche se si trova in una chat privata, l’algoritmo di apprendimento automatico cercherà comportamenti sospetti e lo inoltrerà, insieme ai quattro messaggi precedenti più eventuali immagini o video, a un vero essere umano per la valutazione. I moderatori di WhatsApp hanno detto a ProPublica che l’intelligenza artificiale dell’app invia loro una quantità eccessiva di post innocui, come immagini di bambini nei bagni. Ogni revisore gestisce fino a 600 reclami al giorno, con una media di meno di un minuto per istanza.

 

Secondo la valutazione, l’utente può essere bloccato, licenziato o aggiunto a una lista di controllo e i messaggi non crittografati degli utenti nell’elenco “proattivo” possono essere visualizzati insieme ad altri dati utente come gruppi di utenti, numero di telefono, ID telefono univoco, messaggio di stato, livello della batteria e potenza del segnale.

È anche noto che la società condivide alcuni dati privati ​​con le forze dell’ordine. Inoltre, ProPublica ha affermato che i dati degli utenti di WhatsApp hanno aiutato i pubblici ministeri a costruire un caso di alto profilo contro un dipendente del Dipartimento del Tesoro che ha fatto trapelare documenti riservati a BuzzFeed News esponendo come i presunti flussi di denaro corrotto attraverso le banche statunitensi.

Il capo di WhatsApp Will Cathcart, ad esempio, ha anche affermato in un editoriale per Wired all’inizio di quest’anno che l’azienda ha presentato “400.000 segnalazioni alle autorità per la sicurezza dei bambini l’anno scorso e le persone sono state perseguite di conseguenza”.

Tutte queste pratiche sono indicate nell’informativa sulla privacy degli utenti, secondo ProPublica, ma è necessario esaminarle con un pettine fine per trovarle. In risposta alla segnalazione, una portavoce di WhatsApp ha dichiarato a The Post che “WhatsApp offre alle persone un modo per segnalare spam o abusi, che include la condivisione dei messaggi più recenti in una chat. Questa funzione è importante per prevenire i peggiori abusi su Internet. Siamo fortemente in disaccordo con l’idea che accettare i rapporti che un utente sceglie di inviarci sia incompatibile con la crittografia end-to-end”.

 

One thought on “Facebook spia 2 miliardi di utenti WhatsApp

Comments are closed.