Home Cultura e spettacoli Migliori film sulla sopravvivenza su Netflix in questo momento

Migliori film sulla sopravvivenza su Netflix in questo momento

Molti di questi film Netflix sono basati su storie di vita reale che rendono ancora più affascinanti gli atti che sfidano la morte dei protagonisti

786
Netflix
Netflix

Potrebbe essere la storia di un naufrago bloccato su un’isola lontana dalle terre abitate o la storia di un sopravvissuto a un incidente aereo che lotta per sopravvivere a temperature estreme. Molti di questi film sono basati su storie di vita reale che rendono ancora più affascinanti le azioni dei protagonisti che sfidano la morte.

Siamo onesti, molti di noi non sopravviveremmo un giorno fuori dal nostro stile di vita abituale. Detto questo, è fantastico sedersi e guardare film sulla sopravvivenza e Netflix ne ha un’incredibile collezione. Quindi, ecco l’elenco dei film sulla sopravvivenza davvero buoni su Netflix disponibili per lo streaming in questo momento!

Solo (2018)

La trama di questo è molto simile a quella di “127 ore”. Anche questo film è una storia vera dell’esperienza di sopravvivenza e di pre-morte di un surfista che scivola accidentalmente e cade nell’oceano, rompendosi l’anca e ferendosi alla testa.

Le persone che sanno che moriranno presto inizieranno a guardare indietro e a contemplare la vita per riflettere su tutte le cose e le persone che davano per scontate. Questa è anche una statura comune per la maggior parte dei film di tipo “fallo o muori“, ed è per questo che sembra così familiare.

IO Last on Earth (2019)

Il film è ambientato in una Terra post-apocalittica dove quasi tutta la popolazione umana ha lasciato il nostro pianeta e si è trasferita sulla luna di Giove, IO. La Terra è stata dichiarata tossica, ma lo scienziato Sam Walden la pensa diversamente e vuole ancora trovare un modo per permettere agli esseri umani di vivere sul loro pianeta natale. Un giorno invia un messaggio radiofonico per vedere se c’è ancora qualcuno sulla Terra.

Un uomo di nome Michea sente la trasmissione radio e fa visita a Sam. Ma Micah non è affatto convinta dalle sue nozioni e crede che non ci sia più spazio per la sopravvivenza sulla Terra. Entrambi hanno una decisione difficile da prendere: dovrebbero prendere la prossima navetta, che è l’ultima per IO, o restare nei paraggi e trovare una soluzione?

Nobody Sleeps in the Woods Tonight (2020)

“Nessuno dorme nel bosco stanotte” (Nobody Sleeps in the Woods Tonight) è un film soprannaturale polacco originariamente intitolato “W leslie dziś nie zaśnie nikt”. Il film segue un gruppo di adolescenti le cui vite ruotano attorno alla tecnologia. Pertanto, frequentano un campo di riabilitazione offline nella foresta senza accesso ai loro telefoni cellulari.

Anche se questo potrebbe sembrare una gioia per molti di noi, non è il caso del gruppo, poiché una forza sinistra in agguato nella foresta minaccia la loro esistenza. Diretto da Bartosz M. Kowalski, il film horror è stato tra i titoli più noleggiati su Netflix USA poco dopo la sua uscita.

Bird Box (2018)

“Bird Box” è basato su un romanzo omonimo, scritto da Josh Malerman. Questo thriller post-apocalittico segue una madre, Malorie Hayes (Sandra Bullock), che cerca di proteggere se stessa e i suoi due figli da forze malevole che portano le persone alla pazzia se guardano queste entità. Le forze soprannaturali invisibili prendono la forma delle peggiori paure delle persone e le manipolano facendole suicidare.

Il film va avanti e indietro tra due linee temporali, a cinque anni di distanza. Nessun sopravvissuto ha mai visto queste entità, ma le persone devono rimanere bendate per la loro sicurezza e sopravvivenza. La storia parla di come Malorie completa un pericoloso viaggio con i suoi figli nell’unico posto che può offrire loro sicurezza. Ciò che si apprezza del film è che si basa sulla paura dei personaggi piuttosto che sulle interazioni soprannaturali stesse.

Il rituale (2017)

Basato sul romanzo di Adam Nevill, “The Ritual” è un film horror britannico che racconta la storia di un gruppo di amici del college che si riuniscono per un’escursione nelle foreste della Svezia per onorare il loro amico ucciso in una rapina a mano armata. Un’antica presenza malvagia li insegue nella foresta mentre i personaggi vengono visti fissare l’oscurità.

Il regista David Bruckner sfrutta il paesaggio per creare un’esperienza agghiacciante. Il film, girato nei Carpazi della Romania, è interpretato da Rafe Spall (Luke), Arsher Ali (Phil), Robert James-Collier (Hutch), Sam Troughton (Dom) e Paul Reid (Robert).

Extinction (2018)

Questo è un po’ un adattamento dell’Arca di Noè con un pizzico di fantasmi extraterrestri. ‘Extinction‘ è la storia di Peter, che è un grande padre e marito. Improvvisamente inizia a essere perseguitato da sogni ricorrenti in cui la sua famiglia muore. Tutti vengono turbati dal comportamento paranoico che segue i suoi sogni.

Ma subito dopo, il mondo viene attaccato da forze aliene che sono venute con l’intenzione di invaderci. Peter ha bisogno di trovare la forza per proteggere la sua famiglia da queste forze aliene. Un impensabile colpo di scena ti prenderà completamente di sorpresa. Un must per tutti gli amanti della fantascienza di sopravvivenza in quanto questo contiene un concetto straordinariamente unico che è stato eseguito quasi perfettamente.

Adrift (2018)

Ambientato nel 1983 sullo sfondo dell’uragano Raymond, “Adrift” è basato sulla storia vera di una coppia che si ritrova nel mezzo dell’Oceano Pacifico dopo l’uragano. Il film racconta la storia di come arrivano alle Hawaii su una barca danneggiata senza radio. Questo adattamento cinematografico, diretto da Baltasar Kormakur, rivive il racconto di Tami Oldham Ashcraft ( Shailene Woodley ) e del suo fidanzato Richard Sharp ( Sam Claflin ) mentre salpano da Tahiti a San Diego.

Con varie inquadrature agghiaccianti del piccolo yacht circondato dalle acque blu, il direttore della fotografia Robert Richardson ha fatto un lavoro straordinario nel catturare la solitudine dei sopravvissuti in mare aperto.

Awake (2021)

Diretto da Mark Raso, il thriller di fantascienza “Awake” può facilmente essere tra i migliori titoli della tua lista se sei un fan dei drammi e dei thriller di sopravvivenza. Nel film, un fenomeno globale spazza via tutta l’elettronica e provoca una grave insonnia. Sulla scia della catastrofe, le persone diventano sempre più irritabili, violente e irrazionali.

Tuttavia, un ex medico dell’esercito e una madre single di due figli, Jill, potrebbero aver trovato una risposta al problema. Ma mentre gli esseri umani in tutto il mondo stanno lottando per sopravvivere, lei deve tenere i suoi figli al sicuro.

La fine (2018)

Con Theo James e Forest Whitaker, questo non può davvero essere classificato come uno dei migliori, ma è ancora lì su Netflix se sei dell’umore giusto per alcuni film d’azione di sopravvivenza e hai guardato quasi tutti gli altri. Il film è lento e leggero, a differenza di altri film di questo genere, e non ti renderà affatto ansioso.

È la storia di un uomo che cerca di tornare a casa in un mondo post-apocalittico in modo da raggiungere la sua fidanzata. Guarda questo film senza grandi speranze e anche con l’unica intenzione di passare il tuo tempo.

Red Dot  (2021)

Apparentemente, il primo film originale Netflix dalla Svezia, il thriller drammatico è incentrato su una coppia – Nadja e David – mentre vanno in campeggio per vedere l’aurora boreale. Tuttavia, le cose non vanno come previsto poiché le conseguenze delle decisioni prese in passato iniziano a perseguitare il loro presente.

Il paesaggio innevato e le ambientazioni remote mettono in evidenza il senso di pericolo e di ansia che la coppia affronta. Dall’essere stati colpiti da varie persone all’incontro con un orso selvatico, Nadja e David affrontano molte cose per assicurarsi che sopravvivano.

The Hole (2019) – Il buco

Questo film spagnolo è un thriller distopico, originariamente intitolato “El Hoyo” che significa “The Hole”. Una prigione verticale alta cento piani o “centro di autogestione verticale” ospita due detenuti per cella, con una cella per piano. Ogni giorno una piattaforma con cibo scende a ogni piano per un brevissimo tempo per fornire gli avanzi dell’ultimo piano. Man mano che si scende a un piano inferiore, la disponibilità di cibo diminuisce in quanto dipende da quanto mangiano le persone ai piani superiori.

La storia è raccontata attraverso gli occhi di Goreng (Iván Massagué), che si sveglia nella cella numero 48. Ogni mese, i detenuti cambiano piano e vediamo il cambiamento nella personalità dei personaggi mentre si muovono su e giù per ‘The Hole. ‘ Il regista Galder Gaztelu-Urrutia e gli sceneggiatori David Desola e Pedro Rivero disegnano un parallelo molto riconoscibile ma inquietante con l’attuale società in cui viviamo.

Army of the Dead (2021)

Se sei un fan del lavoro di Zack Snyder, “Army of the Dead” è un film interessante che puoi aggiungere alla tua lista. Con un’epica combinazione di elementi di film di zombi e grandi rapine, il film è presumibilmente un successore spirituale di “Dawn of the Dead”.

Il film segue un gruppo di sicari che progettano di rapinare un casinò a Las Vegas, il tutto nel mezzo di una furiosa apocalisse di zombi. Con sequenze d’azione nitide e impressionanti e il nome di Snyder associato al progetto, il film ha attirato più di 75 milioni di spettatori.

Castello di Sabbia – Sand Castle (2017)

Basato su una storia vera, Sand Castle è un dramma di guerra che racconta la storia di un gruppo di soldati che furono inviati in un villaggio nel deserto per risolvere un problema con l’approvvigionamento idrico. Ma il semplice compito di trasportare l’acqua e fornire impianti idraulici e infrastrutture a sostegno della causa diventa una lotta per la sopravvivenza in una brutale zona di guerra.

Il film è una rappresentazione cruda e accurata di uno scenario di guerra reale senza l’eccessiva drammatizzazione dell’autoriflessione e dei problemi dei personaggi principali, come fanno la maggior parte dei drammi di guerra.

The Decline (2020)

Il thriller d’azione canadese è girato in francese e diretto da Patrice Laliberte. Un gruppo di persone si unisce a un campo di addestramento per sopravvissuti per prepararsi a qualsiasi evenienza dovesse verificarsi, come una guerra, un’epidemia o un crollo della società. Un incidente mortale nel campo manda i partecipanti in delirio, che finiscono per polarizzarsi in due gruppi. Il film alla fine si trasforma in un gioco di caccia a causa della divergenza di opinioni dei due gruppi che emergono a causa dell’incidente.

Alain (Réal Bossé), l’organizzatore del campo, non vuole avere a che fare con le autorità per non essere accusato di omicidio colposo o di “terrorismo interno”. Il frenetico thriller lo mantiene reale e non decolla da eventi soprannaturali o da un cattivo con motivazioni contorte. I cattivi qui sono le persone stesse.

Cadaver (2020)

Cadaver‘ è un film norvegese, diretto dal giovane regista Jarand Herdal. La sopravvivenza è uno dei temi più importanti del film che ci fa anche domandare, cosa significa per noi sopravvivere? Potrebbe costarci la nostra umanità? In una città distrutta da un disastro nucleare, le persone sopravvivono a malapena. Senza cibo, senza riparo e senza sicurezza, molte persone finiscono per preferire la morte alla vita.

L’arte è ciò che ci mantiene sani di mente in momenti come questo poiché fornisce una via di fuga; ci dà speranza. È con questa speranza che una famiglia va a vedere uno spettacolo chiamato “The Hotel” che include anche un pasto sontuoso come parte dell’esperienza. Questo spettacolo insolito invita alla partecipazione del pubblico, ma senza avvisare che lo spettacolo si trasformerà in una battaglia per la sopravvivenza.

The Red Sea Diving Resort (2019)

Ispirato a fatti realmente accaduti negli anni ’80, “The Red Sea Diving Resort” racconta la storia di una finta destinazione per le vacanze ad Arous (in Sudan) con lo stesso nome, una copertura per la missione umanitaria di agenti israeliani. Gli agenti del Mossad stavano salvando gli ebrei etiopi detenuti nei campi profughi in Sudan facendoli uscire di contrabbando dal paese.

Chris Evans interpreta l’agente israeliano del Mossad Ari Levinson, mentre Michael. K. Williams interpreta il ruolo di Kedebe Bimro, un’ebrea etiope. Ari e Kedebe lavorano insieme per evacuare i profughi ebrei etiopi in Israele. Diretto da Gideon Raff, il film è stato realizzato con alcuni grandi nomi, come Ben Kingsley, Greg Kinnear, Alessandro Nivola e Haley Bennett.

Time to Hunt (2020)

Originariamente intitolato “Sanyangeui Sigan”, “Time to Hunt” è un film thriller d’azione sudcoreano. Il film è ambientato in un prossimo futuro, dove una grave crisi finanziaria trasforma la Corea del Sud nella definizione di distopia. Un gruppo di giovani degli slum vive di criminalità per mantenersi. Tuttavia, dopo un furto disordinato ma riuscito a una casa da gioco, i loro problemi aumentano quando iniziano a essere braccati da un misterioso assassino. Con sequenze ricche di azione e un’ambientazione distopica, il film ha tutti gli elementi che gli amanti del genere cercano di solito!

Circle (2015)

Circle‘ è un thriller psicologico ambientato in un unico luogo in cui cinquanta sconosciuti si ritrovano disposti in due cerchi concentrici in una stanza. Il film di fantascienza è ispirato al dramma del 1957 “12 Angry Men”. L’esperimento extraterrestre è una questione di vita o di morte poiché le persone vengono vaporizzate ogni due minuti o se cercano di andarsene.

I partecipanti si rendono presto conto che possono votare per allontanare il pericolo da se stessi. Sebbene ambientato su uno sfondo di fantasia, il film non lesina sulle domande esistenziali che noi esseri umani dobbiamo affrontare. Il modo in cui valutiamo la vita quando si riduce alle basi e la nostra volontà di sopravvivere viene fotografato con un’accuratezza inquietante.

#Alive (2020)

In mezzo alla pandemia di Coronavirus, questo film si basa sulla paura dei virus con una dose extra di zombi. Joon-woo (Yoo Ah-in) è un giocatore adolescente che viene lasciato solo nell’appartamento dei suoi genitori mentre un’epidemia di zombi invade la città di Seoul. Joon-woo combatte per sopravvivere e finalmente impara a badare a se stesso.

Il film comprende anche una storia d’amore nel mezzo dell’apocalisse tra Joon-woo e un’altra sopravvissuta che si isola nel suo appartamento, Yoo-bin (Park Shin-hye). Con la chiusura dei servizi Internet, diventa più difficile sopravvivere e cercare aiuto. Sebbene altamente drammatizzato per l’attuale situazione in cui viviamo, il film è facilmente riconoscibile quando si tratta di affrontare il tema della solitudine, decisioni che mettono in discussione l’etica e persino l’importanza della comunicazione, anche se attraverso i social media.

Correlato: Come usare un laccio emostatico?

La tecnica del Char Cloth per accendere un fuoco

Come sopravvivere se ti perdi in un bosco

Stoccaggio e conservazione dell’acqua per l’emergenza