Il carbone attivo

Considerata una delle sostanze più porose esistenti, il carbone attivo viene utilizzato per una varietà di applicazioni in tutto il mondo

116
Il carbone attivo
Il carbone attivo

Nel mondo della sopravvivenza, il carbone attivo viene utilizzato in applicazioni come la filtrazione dell’acqua e il primo soccorso per estrarre le tossine dal corpo. È una sostanza utile da avere in qualsiasi kit di sopravvivenza. Non confondere il carbone attivo con il carbone normale, che è la roba che acquisti per il tuo barbecue. C’è una grande differenza tra i due e non dovrebbero essere usati in modo intercambiabile.

Le persone spesso si chiedono se esiste una durata di conservazione associata al carbone attivo poiché è estremamente assorbente. Quindi va mai male?

No, il carbone attivo non ha una data di scadenza. Tuttavia, dipende da come conservi il tuo carbone attivo che determina per quanto tempo resterà efficace.

Poiché si tratta di un materiale altamente assorbente, non puoi tenerlo all’aperto per lunghi periodi senza che perda efficacia. La produzione di carbone attivo è un processo che coinvolge calore elevato e altre sostanze chimiche, ma si può fare in una situazione di sopravvivenza per determinate cose. Per prima cosa, diamo un’occhiata un po’ più in profondità al carbone attivo e ai suoi usi.

Come viene prodotto il carbone attivo?

Come è stato detto sopra c’è una differenza tra carbone e carbone attivo. Le somiglianze sono che entrambi sono privi di umidità e altri elementi organici che utilizzano un calore elevato per bruciare la materia organica. Il legno è un ottimo esempio di qualcosa che si può usare per fare il carbone.

Il carbone attivo viene trattato ad alto calore ma poi ulteriormente trattato con cloruro di calcio e un calore ancora più elevato per creare pori ancora più assorbenti. Il carbone attivo può quindi essere macinato e utilizzato per cose come la filtrazione dell’acqua.

È un sottoprodotto così unico del calore in quanto è pieno di piccoli pori. Una volta che qualcosa rimane intrappolato in quei pori, ci resta a causa della loro profondità. Se la sostanza che passa è composta da ioni negativi, gli ioni positivi del carbone attivo lo assorbiranno e si aggrapperanno ad esso.

Se stai filtrando l’acqua del rubinetto, il cloro è un eccellente esempio di una sostanza che si lega al carbone attivo e viene assorbito mentre l’acqua viene filtrata.

Non tutto si legherà al tuo carbone attivo o alcune sostanze si legheranno debolmente. Ad esempio, metalli e composti caustici (acidi) sono cose che il carbone attivo non può assorbire. Il metano è un gas che il carbone attivo non può assorbire perché la sua composizione molecolare è simile, poiché il metano è composto solo di idrogeno e carbonio.

Tieni presente che l’ingestione di carbone attivo come parte della tua dieta potrebbe avere un effetto dannoso sulla tua salute. All’interno del tuo corpo, può iniziare a lavorare per assorbire i farmaci che stai assumendo e alcuni minerali che al tuo corpo potrebbero servire.

Puoi vedere come viene prodotto il carbone attivo qui.

Perché il carbone attivo non va a male?

Quando produci una qualsiasi forma di carbone, stai distruggendo tutto tranne il carbonio lasciato dietro di sé. Ciò significa che non ha materiale organico al suo interno che potrebbe decomporsi e causarne la decomposizione. Ciò non accadrà a meno che non venga aggiunto un materiale organico. Anche allora, il carbone attivo resta un ambiente inospitale per la maggior parte dei batteri.

Con questo tipo di pensiero puoi vedere che conservando il carbone attivo all’asciutto e in un ambiente sigillato puoi prolungare la durata di conservazione indefinitamente. Dal momento che è così assorbente, tenerlo all’aperto potrebbe eventualmente ridurne l’efficacia, ma in tal caso puoi sempre usarlo per accendere un fuoco.

Bagnare il carbone attivo può potenzialmente causare problemi se non lo si asciuga rapidamente. L’acqua è un ottimo vaso per la crescita batterica e una volta che è nei pori, è praticamente finita per quel carbone. Alcune aziende spruzzano il carbone attivo con sostanze chimiche che gli impediscono di assorbire l’acqua.

Se vuoi conservarlo a lungo termine, una borsa in mylar è la cosa migliore per tenere fuori l’aria e l’umidità. Alcune persone lo tengono in una borsa di plastica a tenuta stagna nel seminterrato o in cantina.

Per cosa puoi usare il carbone attivo?

A causa della natura della sua estrema capacità di assorbimento e dell’elevata generazione di calore, il carbone attivo rende le sue speciali proprietà utili in una varietà di applicazioni:

Filtrazione dell’acqua

Puoi macinare il carbone attivo e usarlo come filtro per l’acqua purché tu abbia qualcosa da usare come filtro con esso. Alcune persone usano fazzoletti o garza se li hanno a portata di mano. Non solo filtrerà detriti e sedimenti, ma le qualità assorbenti del carbone elimineranno erbicidi, pesticidi e virus trasmessi dall’acqua.

Assorbimento degli odori

Alcuni dicono che il bicarbonato di sodio sia il miglior assorbitore di odori, ma resterai sorpreso dal potere del carbone attivo. A causa della sua estrema porosità, gli odori tendono a rimanere intrappolati e trattenuti molto facilmente. Potresti provare a mettere del carbone attivo in una borsa da calcio usata o in un cesto della biancheria per testarne gli effetti.

Inoltre, il carbone attivo viene utilizzato nella costruzione di filtri per maschere antigas per la sua capacità di filtrare gli elementi tossici che potrebbero danneggiare chi le indossa.

Deflessione del Sole e della luce

Spesso i cacciatori e i canoisti usano carbone attivo sotto gli occhi per ridurre la quantità di bagliore riflesso. I canoisti lo usano poiché l’acqua è altamente riflettente e i cacciatori per poter mantenere la linea di vista anche in condizioni di alta luminosità.

Coloro che praticano tattiche militari nei boschi sanno che il carbone attivo strofinato sul viso permette un alto grado di mimetizzazione.

Accendere un fuoco

Questo uso del carbone attivo è molto popolare tra i prepper in quanto è utilizzarlo per accendere un fuoco, inoltre i pezzi di carbone che si sono raffreddati possono essere recuperati e riutilizzati per il fuoco successivo. Una volta acceso un piccolo fuoco, il carbone può essere riscaldato e restituirà calore per ore.

Avere una piccola scorta di carbone può essere un ottimo modo per creare un barbecue portatile poiché il calore che ne fuoriesce è concentrato e può durare a lungo.

Il carbone attivo è uno strumento di sopravvivenza diverso

Con una durata di conservazione potenzialmente illimitata e una moltitudine di usi, il carbone attivo è un must in qualsiasi casa o zaino. Se si bagna, è praticamente inutilizzabile per tutto tranne che per la filtrazione dell’acqua fino a quando non si asciuga.

Prepararlo da solo può essere un processo noioso, ma è possibile se hai un fuoco e del cloruro di calcio. Altrimenti il ​​carbone attivo è facilmente reperibile in molti punti vendita.