Il prossimo iPhone di Apple potrebbe offrire un servizio satellitare

Sembra che la prossima versione di iPhone sarà attrezzata per gestire le comunicazioni mobili basate sullo spazio, rendendo possibili le chiamate anche al di fuori della portata delle reti cellulari.

L’agenzia di stampa MacRumors ha riferito domenica che Ming-Chi Kuo, un analista di TF International Securities noto per aver intercettato i contatti nella catena di approvvigionamento asiatica per approfondimenti sui prodotti Apple, ritiene che l’iPhone 13 utilizzerà un chip Qualcomm che supporta le comunicazioni satellitari orbitali.

Apple non ha voluto commentare il rapporto. Ma gli investitori lo stanno prendendo sul serio.

Le azioni di Globalstar (GSAT), che secondo l’articolo di MacRumors è più probabile che funzioni con Apple in termini di tecnologia e copertura del servizio, è aumentato del 44% nei primi scambi di lunedì.

AST SpaceMobile (ASTS), che sta costruendo una costellazione di piccoli satelliti LEO a basso costo per offrire infrastrutture di comunicazione mobile, ha guadagnato circa il 7%. L’S&P500nel frattempo, è aumentato dello 0,4% mentre il Dow Jones Industrial Average e rimasto piatto.

Fornire la connettività satellitare a uno smartphone è stato un santo graal che non è mai stato realizzato“, ha scritto l’analista di William Blair Louie DiPalma in un rapporto.

 

La connettività spaziale, fino a questo punto, ha richiesto dispositivi più grandi. SpaceX, ad esempio, ha almeno 100.000 utenti del suo servizio di Internet spaziale, ma quel sistema richiede hardware terminale relativamente grande per connettersi al web.

Iridium gestisce circa 66 satelliti LEO, mentre Globalstar ne ha circa 48.

Se Apple implementasse le comunicazione satellitari su iPhone, un utente di iPhone in teoria potrebbe effettuare chiamate senza utilizzare il suo gestore di telefonia mobile“, ha scritto DiPalma. “Si noti che la connettività Iridium sarebbe a bassa capacità, quindi ci sarebbe ancora bisogno di un operatore cellulare“.

DiPalma valuta Iridium a Outperform, che è l’equivalente Blair di Buy, ma non ha un obiettivo per il prezzo delle azioni. Non copre le azioni Globalstar.

Le azioni di Apple sono aumentate del 2,2%, mentre Qualcomm (QCOM) ha guadagnato l’1,6% poiché gli investitori valutano le complesse implicazioni dell’infrastruttura di comunicazione mobile basata sullo spazio.

Gli investitori nei fornitori di telefoni cellulari esistenti e l’infrastruttura che utilizzano non sembrano essere preoccupati. Azioni di AT&T sono aumentati dello 0,1%. La sua attività non sarebbe necessariamente interrotta dalla tecnologia perché potrebbe concedere in licenza quelle che sono effettivamente torri per cellulari spaziali.

Le società di servizi di lancio Rocket Lab USAAstra Space che potrebbero trarre vantaggio se più aziende volessero mettere i satelliti nello spazio, sono diminuite rispettivamente del 3% e del 19%. Un lancio di prova Astra non è riuscito a raggiungere l’orbita sabato, ricordando agli investitori i rischi che le società devono affrontare.