Le migliori candele di emergenza

In caso di blackout qualsiasi candela sarà utile ma le candele di emergenza appositamente costruite funzionano meglio

586
Le migliori candele di emergenza
Le migliori candele di emergenza

In caso di blackout qualsiasi candela sarà utile ma le candele di emergenza appositamente costruite funzionano meglio. Il loro ruolo migliore è per i bisogni a lungo termine nella tua casa, ma alcune persone le mettono anche nelle borse da viaggio e nelle scorte per auto.

Le candele erano un must per qualsiasi preparatore principiante fino a pochi anni fa. Ma la moderna tecnologia LED, le batterie ricaricabili e i caricabatterie solari hanno cambiato l’equazione, rendendo le candele più piacevoli da avere, per emergenze a lungo termine in cui ha senso avere una luce passiva non alimentata o per un evento marginale come un attacco EMP.

In pratica, la maggior parte delle persone finisce con qualche giorno (o più) di candele nelle forniture per la casa, e possibilmente da una fino a tre candele nei loro kit fuori casa.

Le candele da sopravvivenza possono aiutare anche per esigenze diverse dalla semplice illuminazione di un’area:

  • Alcune candele in qualcosa come un vaso di terracotta possono creare abbastanza calore da prevenire l’ipotermia.
  • Riscaldare il cibo.
  • Le candele possono essere un buon modo per trattenere una fiamma invece di bruciare più fiammiferi, esca antincendio o altro carburante che desideri conservare, oppure la candela può aiutare ad asciugare il materiale umido prima di accenderlo.
  • Le candele a base di grasso (vale a dire le candele di sego) possono essere mangiate se sei disperato.
  • Il calore basso e costante può essere ottimo per improvvisare o riparare attrezzi, come una cucitura di plastica strappata in una tenda.
  • Le candele di cera d’api possono trattare la pelle o rendere antiruggine strumenti improvvisati.
  • C’è qualcosa da dire sui benefici per la salute mentale in un’emergenza a lungo termine nell’avere candele in giro, anche se è solo per prendersi una pausa dalla lampada frontale .
  • Gli specchi dietro una candela non solo aiutano a ingrandire la luce diffusa in una stanza, ma puoi usarli per segnalare/comunicare a distanza.
  • A differenza dei film, non sterilizzare le apparecchiature mediche direttamente su una fiamma. Ma forse puoi ottenere acqua abbastanza calda da far bollire e disinfettare grazie ad una candela.

Ti sei mai fermato a pensare a come funzionano le candele? In una tradizionale candela di cera, viene acceso lo stoppino, che scioglie la cera, che viene quindi consumata / assorbita e funge da combustibile per il fuoco.

Le candele non devono essere necessariamente fatte di cera. Tradizionalmente erano fatte di sego animale, ma le candele possono essere fatte anche con liquidi come l’olio d’oliva. Le candele possono essere realizzate in tutti i modi, ma fondamentalmente sono costituite da uno stoppino e da un qualche combustibile a combustione lenta.

Le cose più importanti:

  • La maggior parte delle candele di emergenza hanno una durata compresa tra 20 e 115 ore.
  • Le candele si sciolgono intorno ai 60-82 °C, il che significa che probabilmente non si conserveranno bene nel bagagliaio dell’auto d’estate.
  • Se conservate correttamente, le candele durano per sempre. Le candele profumate possono perdere il loro profumo nel tempo, ma questo non è un problema per noi.
  • Per le candele domestiche, quelle di paraffina liquida sono buone perché sono sigillate, non gocciolano, non bruciano e durano per oltre 100 ore.
  • La cera di paraffina solida è comune ma meno ideale perché bruciando sporca.
  • Per le borse da viaggio, ecc., scegli candele autonome in barattoli di metallo o qualcosa di simile.
  • Evita i contenitori di vetro perché il vetro non vale il peso extra quando sei a piedi e vetri rotti + oscurità = cattive notizie.
  • Preferisci le candele che si reggono in piedi da sole / non dipendono da altri pezzi come base. Certi modelli sono progettati per funzionare all’interno di lanterne separate, ad esempio.
  • Evita i modelli costruiti in modo tale che la cera sciolta possa gocciolare fuori dal contenitore.
La nostra scelta
Candela a olio liquido SDS

Candela a olio liquido SDS

Confezione da 3 candele di paraffina liquida a combustione pulita. Il carburante di paraffina è racchiuso in un contenitore di plastica per prevenire l’evaporazione e le rotture.

Questo tipo di candela, in cui una grande quantità di paraffina liquida è conservata in un contenitore di plastica, è in genere il miglior fattore di forma per le forniture domestiche. Questo modello SDS durerà circa 115 ore: se lo bruci per 6 ore al giorno, è sufficiente per coprire due settimane.

Candela di emergenza da 36 ore serie SE Survivor

Candela di emergenza da 36 ore serie SE Survivor

Dispone di una scatola di alluminio per portare la candela nella tua borsa da viaggio. Tre stoppini consentono flessibilità quando si tratta di calore e emissione di luce, realizzata con soia e cera di palma. Autonomia di 36 ore.
Candela Buzz Travel Tin
Cera d’api naturale:

Candela Buzz Travel Tin

Realizzata con cera d’api naturale a combustione pulita. La candela è contenuta in un barattolo di alluminio sigillato. Autonomia di 25 ore.

Quando riponi le candele in kit fuori casa, è bello usare questo stile di latta di metallo perché è resistente, la cera è contenuta, puoi usare il coperchio per spegnere rapidamente la fiamma e rimetterla nella borsa, offre un po’ protezione dal vento, ecc. La scatola della candela SE Survivor ha tre stoppini che puoi bruciare uno alla volta per una maggiore durata o accenderli tutti e tre per più luce e calore. La scatola di cera d’api Candle Buzz è una buona opzione se vuoi qualcosa di naturale e la cera d’api ha una serie di usi nel campo come sigillare la pelle e proteggere il metallo dalla ruggine.

Candele di cera d'api naturale UCO 12 ore
Candele naturali:

Candele di cera d’api naturale UCO 12 ore

Confezione da 9 candele di cera d’api naturale a combustione pulita. Punto di fusione elevato e non tossico. Brucerà per 12-15 ore.
Quante candele dovresti avere?

Nell’articolo “Illuminazione di emergenza” nel Manuale di preparazione LDS , gli autori Robert Roskind e Greg Pope affermano: “Ogni famiglia dovrebbe avere una grande scorta di candele. Trecentosessantacinque candele, o una al giorno non sono troppe. Più grande è, meglio è”.

365 candele non sono una quantità folle, ma potrebbe essere troppo opprimente per un preparatore occasionale.

Candela Buzz Candela da viaggio in cera d’api. Questa candela brucerà per 25-30 ore.

Se stai solo cercando di costituire le tue basi, il che significa essere in grado di sopravvivere a un’emergenza di due settimane, puoi tornare indietro con i calcoli. Ad esempio: se una candela dura 25 ore e la stai usando solo per mantenere una stanza sufficientemente luminosa per i bisogni di base, potresti assumere 6 ore di combustione al giorno (dal tramonto al sonno) per 4 giorni totali per candela.

Quindi 2 settimane richiederebbero circa 4 candele.

Ma questo è solo una parte del calcolo. Potresti avere bisogno di illuminare più stanze, o creare abbastanza calore per riscaldare un riparo o cibo/acqua, ecc.

Riscaldamento e cottura con candele

Molti preparatori parlano di riscaldamento e di cottura con le candele. Queste sono possibilità ma semplicemente non sono realistiche. È come scavare una latrina con un cucchiaio. Certo, puoi farlo, ma ci sono strumenti molto migliori. I forni HERC possono cuocere il cibo con piccoli lumini, ma non sono economici.

Puoi usare le candele tealight per cucinare con un forno HERC, ma ci vogliono molte candele (e un forno speciale).

Le candele non emettono molto calore. In The SAS Survival Handbook, John Wiseman afferma che una candela aumenterà la temperatura all’interno di un igloo di quattro gradi. Ciò potrebbe salvarti la vita se hai bisogno di aumentare la temperatura in una tenda sopra lo zero, ma questo è un tentativo estremo a cui non vuoi ricorrere.

Ci sono progetti su Internet per una varietà di scaldini a candele realizzati con pentole di terracotta con un’anima di metallo o una serie di lattine di metallo. Può essere utile sapere come prepararli, ma ci sono preparazioni migliori su cui investire per tenersi al caldo.

Per quanto riguarda la cucina, è una storia simile. Su Instructable, qualcuno ha costruito un bruciatore a tre candele in grado di riscaldare una lattina di zuppa in 15 minuti o far bollire l’acqua in 45 minuti. Però, un Jetboil o un fornello tascabile economico possono far bollire l’acqua in circa tre minuti.

Per riscaldare e cucinare, è meglio usare la candela per accendere un fuoco più grande.

Costruire una candela da soli

Ci sono diversi modi per costruire una candela. Eccone alcuni:

  • Puoi trasformare un’arancia in una candela separando con cura la polpa dalla buccia, riempiendone metà con olio e accendendo il midollo. Funziona, ma è esigente e probabilmente non è pratico.
  • Un modo più semplice dell’arancia è far cadere uno stoppino galleggiante in un barattolo di olio e accenderlo. Kevin’s Kandles vende stoppini galleggianti proprio per questo scopo.
  • Puoi facilmente creare le tue candele di sego commestibili immergendo uno stoppino o un pezzo di spago nel sego fuso, lasciandolo indurire e poi immergendolo di nuovo. Puoi persino sbizzarrirti con esso e aggiungere erbe e altri aromi.
  • I pastelli possono essere sciolti per fare candele.

Sicurezza

Le candele sono una delle principali cause di incendi domestici. La National Fire Protection Association degli USA fornisce dati illuminanti sulle candele (dati statunitensi) insieme alla loro raccomandazione “CYA” per evitare del tutto l’uso delle candele all’interno:

  • Dal 2014 al 2018, le candele hanno causato oltre 7.600 incendi domestici
  • Ogni giorno vengono segnalati in media 21 incendi provocati da candele domestiche
  • Le candele causano il 2% degli incendi domestici e il 6% delle lesioni da incendio domestico

Tieni a mente questi suggerimenti per la sicurezza:

  • Se le tue candele non sono autonome, assicurati di avere uno strato ignifugo sicuro per catturare le gocce di cera. Il foglio di alluminio funziona bene a questo scopo.
  • Non utilizzare candele dopo un terremoto, se ci fossero fughe di gas possono innescare un incendio o peggio.
  • Non usare le candele in una casa in cui vengono utilizzate bombole di ossigeno.
  • Tieni le candele ad almeno 5 centimetri di distanza da tutto ciò che può bruciare.
  • Usa la testa: tieni le candele fuori dalla portata di bambini e animali domestici, assicurati che siano su una base solida, non lasciarle incustodite e così via.
  • Hai un estintore?

Tipi di candele

Le forme più comuni:

  • Taper: candele lunghe e sottili che si assottigliano alle estremità
  • Pilastro: candele spesse che possono stare in piedi da sole
  • Votive: Candele corte destinate a stare in un contenitore
  • Tealight: piccole candele alloggiate in una custodia di metallo o plastica

Le candele che non reggono da sole non sono le migliori per la preparazione. Opta per candele a colonna, candele tealight o candele che altrimenti sarebbero alloggiate in una latta di metallo. Quest’ultima è la scelta migliore per una borsa da viaggio, dal momento che c’è meno preoccupazione che la cera si sciolga e faccia disordine nella tua borsa.

Le candele Tealight sono economiche, durano 3-5 ore e sono versatili.

Materiali per stoppini

Ci sono una quantità sorprendente di tipi di stoppino là fuori. Ma la realtà è che, a meno che tu non crei le tue candele, non avrai molte scelte su quale stoppino provare e il venditore potrebbe non pubblicizzare nemmeno quale materiale usa.

Alcuni stoppini per candele hanno nuclei di piombo e, sebbene non sia noto se rappresentino un pericolo reale, la maggior parte dei produttori li ha abbandonati negli anni ’70. Se sei preoccupato per il piombo nello stoppino, acquista solo candele prodotte nei paesi sviluppati. Per verificare se lo stoppino di una candela ha piombo, passalo su un pezzo di carta. Se lascia un segno grigio simile a una matita, probabilmente lo ha.

Tipi di stoppino comuni:

  • Zinco-animato: questi hanno un filo metallico per aiutare lo stoppino a stare in piedi durante la costruzione e durante l’uso.
  • Animati di carta: questi stoppini bruciano eccezionalmente caldi e non sono ideali per le situazioni di sopravvivenza.
  • Treccia piatta: si trovano nelle candele più economiche. Si arricciano mentre bruciano per ridurre il fumo e bruciare in modo uniforme.
  • Treccia quadrata: queste sono versioni più robuste degli stoppini intrecciati piatti, spesso preferite dai produttori di candele di cera d’api e dai survivalist.
  • Galleggiante: stoppini semplicemente posti nell’olio.

Ma ancora una volta, questa è in gran parte solo una banalità a meno che tu non inizi a creare le tue candele.

Tipi di cera

La realtà del mercato significa che non hai molta voce in capitolo sugli stoppini, ma hai diverse opzioni di cera tra cui scegliere:

  • Paraffina solida: la paraffina è un sottoprodotto della produzione della benzina ed è il tipo più comune di cera per candele. È anche una cera scadente che emette fumi e fuliggine irritanti e non dura quanto gli altri tipi.
  • Paraffina liquida: le candele di paraffina liquida sono una storia diversa, però. Di solito non emettono fumo e durano a lungo.
  • Soia: le candele di soia sono più “naturali” della paraffina e, in teoria, puoi mangiarle se sei disperato… ma non farlo, perché la soia è spesso miscelata con altre cere. Si dice spesso che la soia bruci più a lungo della paraffina. La soia è anche molto morbida, quindi le candele di soia vengono quasi sempre vendute in contenitori.
  • Cera d’api: come la soia, la cera d’api è meno tossica della paraffina ed è spesso citata perché brucia più a lungo della paraffina. La cera d’api fusa è utile anche per altre cose, come proteggere il ferro e l’acciaio dalla ruggine e il trattamento della pelle, se sai come farlo.
  • Sego: molti manuali di sopravvivenza raccomandano candele di sego a causa della loro lunga durata e del fatto che sono commestibili in caso di emergenza, ma sono quasi impossibili da acquistare in commercio.

Alcune candele sono infuse di citronella, che presumibilmente aiuta a tenere alla larga le zanzare e altri insetti. Ma i dati mostrano che è più un mito che un fatto.