L’UEFA multa l’Inghilterra per il puntatore laser negli occhi di Schmeichel nella semifinale di Euro 2020

L’Inghilterra è stata multata di 26.000 sterline dalla UEFA dopo che un puntatore laser è stato puntato contro il danese Kasper Schmeichel da qualcuno tra il pubblico durante la semifinale di Euro 2020 di mercoledì.

Il laser è stato puntato in faccia al portiere del Leicester City mentre si preparava ad affrontare il rigore di Harry Kane nei tempi supplementari.

La multa è stata aggravata per via dei fischi all’inno nazionale danese da parte della tifoseria inglese prima della partita, insieme all’uso di fuochi d’artificio dopo la vittoria per 2-1 ai tempi supplementari.

Cosa ha detto l’Uefa?

In una dichiarazione, la UEFA ha dichiarato: “L’Organo disciplinare e etico di controllo della UEFA (CEDB) ha annunciato la seguente decisione”.

Il Cedb ha deciso di multare la Federcalcio inglese di 30.000 euro (26.000 sterline) per l’uso del puntatore laser, i disturbi durante gli inni nazionali e l’allestimento di fuochi d’artificio“.

 

 

 

Cosa è successo contro la Danimarca?

Gli ufficiali di gara si sono riuniti per una discussione prima dell’inizio dei tempi supplementari, con l’arbitro Danny Makkelie che sembrava suggerire che fosse stato usato un laser tra la folla.

Quando il gioco è ripreso con il livello di gioco sull’1-1, Raheem Sterling ha subito un controverso e contestatissimo fallo in area di rigore. Molti osservatori si sono detti convinti che Sterling sia stato un abile tuffatore simulando di avere subito il fallo.

Mentre Schmeichel si trovava sulla sua linea per affrontare il tiro dal dischetto di Kane, le telecamere hanno catturato una luce che veniva illuminata sul suo viso.

Nonostante la distrazione, Schmeichel è riuscito a parare il rigore, ma Kane ha trasformato il rimbalzo portando l’Inghilterra alla finale contro l’Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Please reload

Attendere...