Home Protezione Quali oggetti comuni o domestici puoi usare per ripararti dai proiettili? –...

Quali oggetti comuni o domestici puoi usare per ripararti dai proiettili? – video

È una classica scena da film d'azione: i cattivi o i poliziotti sono alla porta. Il protagonista si nasconde dietro un muro, oppure capovolge un tavolo e ci si accovaccia dietro per ripararsi dai proiettili. Nelle fictions sembrano efficaci ma queste tattiche funzionerebbero nella realtà?

430
Quali oggetti comuni o domestici puoi usare per ripararti dai proiettili? - video
Quali oggetti comuni o domestici puoi usare per ripararti dai proiettili? - video

È una classica scena da film d’azione: i cattivi o i poliziotti sono alla porta. Il protagonista si nasconde dietro un muro, oppure capovolge un tavolo e ci si accovaccia dietro per ripararsi dai proiettili. Nelle fictions sembrano efficaci ma queste tattiche funzionerebbero nella realtà?

Per fortuna, Internet è pieno di appassionati di armi da fuoco che si sono filmati mentre sparavano praticamente a ogni oggetto immaginabile. Quindi non è difficile scoprire cosa funziona per la copertura e cosa no. Questa guida presenta tutti quei test su un’unica pagina.

La cattiva notizia è che non c’è molto in una casa normale che fermerà in modo affidabile un proiettile casuale. Ci sono molti modi per nasconderti, ma non molti modi per proteggerti. Quindi, a meno che tu non sia in qualcosa di appositamente costruito, come una panic room, la soluzione migliore è evitare il pericolo e, se non puoi, indossare un’armatura o un giubbotto antiproiettili.

È anche bene capire come materiali diversi reggono agli spari nel caso in cui sia necessario difendersi vicino a spettatori innocenti. Immagina, ad esempio, di dover sparare a un intruso che sale le scale – ma tuo figlio sta dormendo oltre la parete dietro l’intruso…

Quindi:

  • La maggior parte degli oggetti domestici non ferma in modo affidabile un proiettile.
  • I proiettili forano facilmente la maggior parte delle pareti, delle porte e dei pavimenti.
  • Tuttavia, i blocchi di mattoni, cemento e cenere fermano efficacemente i calibri più comuni. Ricorda, però, che ogni proiettile danneggia l’oggetto contro cui impatta, quindi può proteggerti solo per un certo tempo.
  • Uno scaldabagno completo può fermare efficacemente almeno i colpi di pistola.
  • Le pile di carta sono sorprendentemente brave a fermare i proiettili.
  • Gli alberi sono molto efficaci.
  • Il posto migliore per ripararsi dietro un’auto è dietro il blocco motore e la ruota. I proiettili penetrano facilmente in altre aree dell’auto, compresi gli sportelli.
Accovacciati dietro il blocco motore di un veicolo e la ruota del passeggero anteriore
Di gran lunga il posto migliore per ripararsi dietro un’auto

Una breve nota sui calibri

Alcune munizioni potrebbero rimbalzare su un muro mentre un altro tipo ci si conficca. In generale, i fucili sono più difficili da fermare rispetto alle pistole. Ecco perché sarebbe utile indossare un’armatura corazzata, che può fermare quasi tutto, invece di un’armatura morbida che ferma solo le pistole.

Quando questa guida si riferisce ai fucili, parliamo principalmente di calibro 12 e 20. Quando si fa riferimento alle pistole, si intende calibri comuni tra cui:

  • .25 ACP
  • .380 Automatico
  • 9 millimetri
  • .40 S&W
  • .45 ACP

Trai fucili:

  • .22 LR
  • .223 / 5.56
  • .308
  • .30-06
  • 6.5 Creedmoor

La maggior parte dei muri non ferma i proiettili, ma i muri di mattoni sono più efficaci

La maggior parte delle case più recenti sono costruite con i materiali più economici possibili, come rivestimenti in vinile e cartongesso. Ci vorrebbe una spessa pila di quei materiali per fornire copertura.

Sezione trasversale di una parete esterna

Anche un umile .22 penetra in più strati di cartongesso:

Matt Risinger ha collaborato con il veterano di Mythbusters Tory Belleci per sparare ad alcune pareti bersaglio fatte di materiali da costruzione tipici come cartongesso, legname OSB e pannelli di cemento. Anche piccoli calibri come .22 vengono forati. Le sezioni con borchie (2×4 tavole di legname che incorniciano il muro) hanno bloccato alcuni colpi dei calibri più piccoli.

Hanno testato il riempimento dei muri con sabbia e l’accatastamento di sacchi di cemento dietro di loro, che ha funzionato, ma non è esattamente qualcosa che potresti organizzare in fretta.

Ma ci sono buone notizie se la tua casa è in mattoni. Il mattone è sorprendentemente bravo a fermare i proiettili. Un muro di mattoni ferma tutti i colpi di pistola 5,56 NATO perforanti, .308 e persino alcuni colpi di fucile.

I blocchi di cenere compressa sono in gran parte vuoti, quindi ti aspetteresti che siano piuttosto poveri per la difesa dai proiettili. Ma blocchi di cenere compressa colpiti con un 9mm, AR-15 e un fucile con 00 buckshot hanno fermato colpi sia 9mm che 5.56.

Non contare sulle porte per fermare i proiettili

La maggior parte delle porte interne sono cave e realizzate con i materiali più economici. Alcune porte interne sono realizzate in cartone. Quindi non ti proteggeranno dagli spari.

Ma che dire delle porte esterne più robuste in legno massello o metallo? Sfortunatamente, non sono molto meglio. Un comune 9mm nel test qui sotto ha perforato tutti i tipi di porte provati e persino più porte contemporaneamente.

Quindi, a meno che tu non sappia di essere dietro una porta blindata, non nasconderti lì!

Tavoli e altri mobili non funzionano bene

È un tropo comune da film d’azione vedere qualcuno capovolgere un tavolo e accovacciarsi dietro di esso per ripararsi. Sfortunatamente, non funzionerà nella vita reale. BuzzFeed è sceso in un poligono di tiro per sparare ad oggetti domestici comuni e un 9mm è passato direttamente attraverso un tavolo di legno massello. Una poltrona reclinabile è andata anche peggio poiché la maggior parte delle moderne sedie e divani da salotto non sono molto più che tessuto e aria.

Che dire di un materasso? Paul Harrell ha testato un mito cinematografico in cui gli eroi alzano un materasso sul bordo cme scudo. Anche un .25 ACP abbastanza debole lo ha perforato.

Gli elettrodomestici non fermano i proiettili

Indiana Jones è sopravvissuto a un’esplosione nucleare nascondendosi in un vecchio frigorifero, ma un frigorifero moderno potrebbe proteggerti da un proiettile comune? Questo youtuber ha sparato attraverso sette porte di frigorifero con un AR-15… Non li fanno come una volta.

Ma questo è un AR-15. Che dire di un 9mm? È passato solo attraverso quattro frigoriferi. Ciò non sorprende dato che la maggior parte dei frigoriferi moderni sono in gran parte realizzati in metallo sottile, plastica e polistirolo.

Non aspettarti molto di meglio da una lavatrice o asciugatrice, anch’esse realizzate in lamiera sottile. Jeb Slack ha sparato a quattro lavatrici con una varietà di calibri. La seconda macchina ha fermato proiettili da 9 mm e .45 ACP, quindi nascondersi dietro una lavatrice e un’asciugatrice potrebbe salvarti. Ci sono volute, però, tre lavatrici per fermare un AR-15.

Il migliore degli elettrodomestici per proteggersi dalle pallottole sembra essere uno scaldabagno pieno d’acqua. Ecco un ragazzo che spara diversi colpi da 9 mm in uno scaldabagno completo e non uno solo è riuscito a bucarlo da parte a parte. Il metallo è piuttosto sottile, ma l’acqua ha fatto la differenza.

Non nasconderti dietro il gabinetto

Non preoccuparti di nasconderti dietro un gabinetto. Morirai imbarazzato. Spencer Rands dell’ASDI ha sparato contro gabinetti in ceramica con diversi colpi e si sono frantumati come, beh, ceramica. Ancora peggio, l’esplosione risultante spruzza frammenti di schegge di ceramica.

Non siamo riusciti a trovare video di spari ad una vasca da bagno, ma dato che le tipiche vasche da bagno sono realizzate in plastica sottile al giorno d’oggi, non conteremmo nemmeno su questo. Forse una vasca in ghisa?

Una vasca di ghisa potrebbe fare il lavoro se fosse posizionata in modo da poterti nascondere dietro di essa, soprattutto se potessi riempirla d’acqua.

Padella di ferro

A volte nei film si vedono persone che deviano i proiettili con una padella di ghisa. Nel videogioco PUBG, puoi brandire una padella di ghisa per rompere teschi e bloccare proiettili. Ha senso. Dopotutto, la ghisa è piuttosto dura.

Sfortunatamente, anche una pistola da 9 mm può facilmente fare un buco attraverso una padella di ghisa. Tuttavia, due padelle possono fermare i colpi di pistola, quindi fai come vuoi.

I libri e le grosse pile di carta funzionano bene

La carta fa un ottimo lavoro nel fermare i proiettili. Spencer Rands di ASDI ha sparato ad un elenco di 4.000 pagine e ha scoperto che fermava facilmente i colpi di pistola, anche se colpi di fucile come .308 lo perforavano, così come un proiettile di fucile calibro 12.

Non troverai molti proiettili civili più potenti di un BMG .50. I ragazzi del Demolition Ranch hanno sparato a scatole di carta per stampanti a distanza ravvicinata con un BMG .50 e, sorprendentemente, sono bastate due scatole di carta per deviare il proiettile. Ha perforato la prima scatola, ha colpito la seconda e poi è uscito dal lato della seconda scatola.

Quindi, se uno squilibrato armato ti sta inseguendo, forse il posto migliore per nascondersi è una biblioteca!

Gli alberi fermano i proiettili

(Per favore, non fare prove sparando agli alberi senza una buona ragione!) La maggior parte dei cacciatori e dei tiratori scelti sa che gli alberi sono piuttosto resistenti ai proiettili, ma quanto possono sopportare? Top Shot Dustin ha sparato un’intera litania di calibri a un pino per scoprirlo. Come tocco in più, ha posizionato un torso in gel balistico dietro l’albero per vedere fino a che punto i proiettili sarebbero penetrati in un corpo se qualcuno fosse riuscito a passare.

L’unico calibro in grado di perforare l’albero ed entrare nel tronco è stato un .50 BMG e a una distanza abbastanza ravvicinata. Anche allora, ha dovuto mettere la canna del fucile proprio contro l’albero per ottenere la penetrazione. Questo è un buon test, perché il pino è un legno tenero, quindi meno resistente di un legno duro come la quercia, e il tronco dell’albero aveva un diametro abbastanza piccolo, appena abbastanza largo da nascondersi dietro.

Kentucky Ballistics ha cercato di abbattere un albero con un AR-15 completamente automatico. Alla fine si è arreso e ha usato un’ascia.

Alcune parti delle auto bloccano i proiettili

I veicoli sono generalmente buoni per la copertura dei proiettili: gli strati di metallo sono migliori della maggior parte delle altre opzioni, ma è importante dietro quale parte dell’auto ti nascondi ed è meglio non nascondersi dietro un’auto disponendo di scelte migliori.

Tactical Life descrive un esercizio di addestramento DEA usando un’auto:

In un nastro di addestramento della DEA realizzato diversi anni fa, i membri di quell’agenzia hanno posizionato una berlina a quattro porte in un’area appartata e, dopo aver posizionato due bersagli di cartone sotto l’area del cruscotto anteriore dal lato del conducente e un altro per simulare un sospetto accovacciato nella zona del pavimento del sedile posteriore, hanno iniziato a sparare all’auto. Il fuoco registrato su nastro non proviene da un solo agente o pistola, ma praticamente da ogni pistola e fucile disponibile per gli agenti DEA in quel momento: pistole da 9 mm, revolver .357, fucili con buckshot e lumache, carabine da 9 mm e carabina AR da 5,56 mm. Il veicolo è stato colpito dal lato passeggero e direttamente dalla parte anteriore.

Le gomme, ovviamente, sono esplose e praticamente ogni centimetro quadrato dell’auto aveva un buco, nonostante ciò, il veicolo si avvia e l’istruttore può allontanarsi (zoppicare via è probabilmente un modo migliore per descrivererlo). Ma la cosa sorprendente: quando entrambi i bersagli vengono controllati, nessuno dei due è stato colpito.

Impressionante, ma non tutte le auto sono uguali. Molte persone hanno eseguito test balistici sulle auto, con risultati contrastanti. Un 704 Tactical e anche alcuni colpi da 9 mm sparati contro una berlina sono passati attraverso le portiere dell’auto.

Kentucky Ballistics ha sparato a una berlina più volte con pistole e ha visto risultati simili.

Alcuni dicono che un parabrezza può deviare i proiettili, ma TheFireArmGuy lo ha testato e non useremmo mai un parabrezza per proteggerci.

Paul Harrell dimostra come i parabrezza a volte possano togliere l’energia dal fuoco delle armi leggere, ma ancora una volta, non è qualcosa su cui dovresti fare affidamento.

FieldCraft Survival ha sparato su un’auto e ha scoperto che l’area più affidabile per ripararsi è dietro il blocco motore. Il blocco motore regge bene al fuoco delle armi leggere, ma anche calibri maggiori non riescono a superare il blocco motore.

Molti esperti ti diranno che le migliori aree in assoluto su un’auto per ripararsi sono dietro il blocco motore e le ruote. Quindi, se ti ritrovi a doverti riparare dietro un veicolo, posizionati dietro il blocco motore, davanti alle ruote. Il blocco motore proteggerà la parte superiore del corpo mentre le ruote (e l’asse) proteggeranno la parte inferiore del corpo.