Home Utilità Perché serve una licenza per utilizzare una stazione radio?

Perché serve una licenza per utilizzare una stazione radio?

Ci sono molte ragioni per cui potresti voler ottenere una licenza per radioamatori. Forse stai cercando un nuovo hobby, o forse hai bisogno di un modo affidabile per comunicare su lunghe distanze in una situazione di emergenza

98
Perché serve una licenza per utilizzare una stazione radio?
Perché serve una licenza per utilizzare una stazione radio?

Ci sono molte ragioni per cui potresti voler ottenere una licenza per radioamatori. Forse stai cercando un nuovo hobby, o forse hai bisogno di un modo affidabile per comunicare su lunghe distanze in una situazione di emergenza.

Ma, ovviamente, prima di poterlo fare ti serve una licenza, a meno che non intendi accontentarti di un CB, un apparecchio che può trasmettere e ricevere solo su determionate frequenze e con una portata limitata a pochi chilometri.

Il governo richiede a tutte le persone che desiderano utilizzare una radio ricetrasmittente per radioamatori di ottenere una licenza.

Ma perché? Perché è necessario ottenere una licenza radioamatoriale?

I motivi per dover ottenere una licenza radio comprendono il fatto che è obbligatorio per legge, lo stato vuole poter tenere d’occhio chi sta operando (che poi lo faccia è un altro discorso), per prevenire interferenze di altri segnali o apparecchiature e per qualificare gli operatori per l’uso di apparecchiature di trasmissione più capaci.

Insomma, lo stato richiede che tutte le persone che desiderano utilizzare radio trasmittenti e riceventi fuori da certe frequenze siano autorizzate per garantire che siano qualificate per farlo. Eh, viviamo in uno stato libero…

Qualunque sia il motivo, è importante capire perché è necessaria la licenza prima di trasmettere.

In questo articolo esploreremo i motivi per cui è necessaria una licenza per trasmettere legalmente come radioamatore.

Il governo vuole sapere chi sta trasmettendo e perché

La maggior parte delle persone ha familiarità con l’idea di una stazione radio, sia che si tratti di una stazione di notizie locale o di una stazione musicale che ascoltano in macchina.

Ma c’è un altro tipo di stazione radio che non è così conosciuta: le stazioni radio amatoriali.

Queste sono gestite da hobbisti e appassionati che le usano per comunicare con altri radioamatori in tutto il mondo. Per farlo legalmente, questi “operatori” amatoriali devono avere una licenza dal governo.

In fondo, il governo è sempre stato interessato a regolamentare il traffico radio, proprio come tutto il resto. Agli albori della radio, c’era un sacco di elettricità statica e di interferenza nell’aria e diventava sempre più difficile per le persone comunicare tra loro.

I governi di allora, naturalmente, decisero che occorreva “risolvere” il problema rendendo obbligatoria la concessione di licenze alle trasmissioni radio non governative di una certa potenza. Volevano anche sapere chi gestiva queste stazioni in modo da poter tenere traccia della loro attività. Oggi, il governo è ancora fortemente interessato a sapere chi gestisce le stazioni radioamatoriali e perché.

Questo perché i radioamatori hanno il potenziale per interferire con altre frequenze radio come quelle utilizzate dai servizi di emergenza o da altre istituzioni privilegiate. Richiedendo loro di avere una licenza, il governo è certo di poter multare o imprigionare le persone che usano le stazioni radio in modo non conforme con il pretesto della legge, consolidando ulteriormente il loro monopolio sulle onde radio.

Vogliono anche poter “contattare” gli operatori di tali stazioni in caso di emergenza.

Quindi, se gestisci una stazione radioamatoriale, assicurati di ottenere una licenza dal governo. È la legge!

La licenza richiede test

Quello di radioamatore è un hobby abbastanza unico in quanto richiede il superamento di un test per poter essere svolto, o meglio per trasmettere. Può sembrare un compito arduo, ma il processo di licenza in sé non è in realtà troppo difficile.

Esistono tre livelli di licenza: Tecnico , Generale ed Extra.

La licenza di classe Tecnico è la licenza entry-level e richiede il superamento di un esame scritto. La licenza di Tecnico ti dà accesso a tutte le frequenze VHF e UHF. La licenza generale è il livello successivo e ti dà accesso a tutte le frequenze HF. Anche la licenza di classe Generale richiede il superamento di un esame scritto. La licenza Generale è il livello successivo e ti dà accesso a tutte le frequenze HF, permettendoti di contattare altre stazioni radio distanti pochi chilometri. Molti operatori radioamatori appartengono a questa categoria.

La licenza di classe Extra è il livello più alto di licenza e anche questo richiede il superamento di un esame scritto. La licenza Extra ti dà accesso a tutte le frequenze, comprese alcune esclusive.

Si noti che ogni livello di licenza garantisce all’operatore privilegi aggiuntivi, come l’accesso a più frequenze e la possibilità di utilizzare trasmettitori più potenti.

Il processo di licenza può sembrare scoraggiante all’inizio, ma in realtà non è troppo difficile una volta che si prende sul serio la teoria della radio. Con un po’ di studio, chiunque può diventare un radioamatore autorizzato.

Non hai bisogno di una licenza solo per ascoltare

Una cosa da tenere a mente è che non è necessaria una licenza solo per ascoltare qualsiasi segnale radio, o almeno qualsiasi segnale radio accessibile dai civili.

Puoi ascoltare qualsiasi stazione radioamatoriale purché tu abbia il ricevitore appropriato. In effetti, non hai nemmeno bisogno di un ricevitore; puoi semplicemente usare una normale radio AM/FM sintonizzata sulla giusta frequenza.

È solo quando inizi a trasmettere che hai bisogno di una licenza. Questo perché quando trasmetti, stai inviando segnali sullo spettro elettromagnetico, che è una risorsa limitata di “traffico” in qualsiasi momento. Il governo vuole assicurarsi che solo persone qualificate abbiano accesso a questa risorsa in modo che possano utilizzarla in modo appropriato.

L’ascolto, infatti, è un ottimo modo per iniziare l’“hobby” senza dover studiare per un test e senza dover prendere la licenza. Puoi imparare molto semplicemente ascoltando operatori esperti che parlano via etere e puoi avere un’idea dei protocolli e delle altre tecniche che usano.

Inoltre, è un ottimo modo per capire se la radio amatoriale è qualcosa che potrebbe interessarti prima di impegnarti a ottenere la licenza. Quindi vai avanti e sintonizzati; potresti essere sorpreso da ciò che senti.

Usa Internet come soluzione

Potresti non aver nemmeno bisogno di una radio se vuoi ascoltare radioamatori e, se sei un operatore, potresti eludere i requisiti di licenza utilizzando app e relè da radioamatore via Internet. Esistono alcune app che ti consentono di ascoltare conversazioni radioamatoriali, nonché alcune che ti consentono di connetterti a ripetitori e altre stazioni su Internet da tutto il mondo. Questa soluzione ti consente di essere coinvolto nell’hobby senza avere effettivamente una radio o estendere la tua “portata” oltre ciò che è consentito con la tua licenza.

Queste app e tecniche sono anche un’aggiunta utile al repertorio anche dell’operatore più esperto. Una discussione approfondita di queste app e tecniche esula dallo scopo di questo articolo, ma basti dire che esistono e sono popolari tra i radioamatori nella nostra era dell’informazione!