Qual è la differenza tra un’emergenza e un disastro?

La pianificazione della sopravvivenza, contrariamente alla rappresentazione popolare, non consiste solo nel preoccuparsi dell'impatto di un asteroide che provoca un'estinzione di massa, di una guerra nucleare o di altri eventi "apocalittici". È probabile che, al contrario, avrai bisogno di un piano per affrontare eventi molto più banali

95
Qual è la differenza tra un'emergenza e un disastro?
Qual è la differenza tra un'emergenza e un disastro?

 

La pianificazione della sopravvivenza, contrariamente alla rappresentazione popolare, non consiste solo nel preoccuparsi dell’impatto di un asteroide che provoca un’estinzione di massa, di una guerra nucleare o di altri eventi “apocalittici”. È probabile che, al contrario, avrai bisogno di un piano per affrontare eventi molto più banali.

Ma i veri disastri e le emergenze quotidiane ti influenzeranno in modo diverso e anche la tua risposta dovrebbe essere adattata a ciò che stai affrontando.

Qual è la differenza tra un disastro e un’emergenza?

La differenza tra un’emergenza e un disastro è nella grandezza. Un disastro è un evento abbastanza grave da limitare le risorse per affrontarlo. Un’emergenza è un evento in cui le persone hanno le risorse per evitare danni.

CaratteristicaEmergenzaDisastro
GrandezzaSu piccola scalaSu larga scala
CoinvolgeUna persona o poche personeDecine, centinaia o addirittura milioni di persone
EffettiEffetti di breve durataEffetti a lunga durata
CausaPuò essere sia naturale che artificialePuò essere sia naturale che artificiale
Esempiincidenti stradali, incendio in casaguerra, blackout generalizzato, inondazione

I disastri naturali e le emergenze quotidiane richiederanno entrambi una buona pianificazione della sopravvivenza.

Potrebbe essere un terremoto che spazza via la maggior parte della tua città (disastro), o qualcosa come un guasto a un veicolo che ti blocca in una parte remota e poco frequentata del paese (emergenza).

Comprendere le differenze ti aiuterà a pianificare di conseguenza. Discuteremo queste differenze nel resto di questo articolo!

Definizione

I disastri sono spesso di portata più ampia e colpiscono intere comunità o regioni. Un disastro può devastare parte della tua città, l’intera città, la tua regione o anche un’intera parte del tuo paese. I disastri possono influenzare la vita ben oltre il loro impatto immediato.

Le emergenze sono generalmente di portata minore, limitate a una o poche persone. Un’emergenza potrebbe interessare te, i tuoi cari, la tua famiglia o un piccolo gruppo di persone ma sl di fuori di questo piccolo gruppo colpito, la vita continua normalmente.

Considera qualcosa come un incidente d’auto. Gli incidenti stradali sono possono essere terrificanti, improvvisi e mietere un terribile tributo in vite e proprietà in tutto il paese e nel resto del mondo. Suona molto come un disastro, vero? Capita anche che siano estremamente comuni, si verificano ogni singolo giorno. È probabile che ti capiti di frequente di vederne uno.

Ma gli incidenti stradali non sono disastri. Gli incidenti stradali colpiscono direttamente solo le persone coinvolte. Oltre i confini dell’incidente, la vita scorre praticamente senza ostacoli, fatta eccezione forse per il traffico nella zona.

Effetti

I disastri hanno conseguenze di più vasta portata, spesso causando ingenti danni e perdite di vite umane. Danni gravi o distruzione totale degli edifici sono comuni e qualsiasi persona direttamente colpita dai loro effetti è in grave pericolo di morte o, nella migliore delle ipotesi, di lesioni gravi. I disastri potrebbero sconvolgere un’area locale abbastanza da non garantire la sopravvivenza di chi abita nell’area coinvolta.

Le emergenze possono causare lievi inconvenienti o rappresentare un pericolo significativo solo per la persona o le persone che le subiscono. Potrebbero essere immediatamente pericolose per la vita e l’incolumità fisica o, al culmine delle circostanze, comportare una minaccia per la vita nel tempo.

Se un tornado o un uragano devasta una particolare città, praticamente tutti coloro che si trovano sul percorso della distruzione dovranno affrontare gli stessi rischi e non c’è niente che qualcuno possa fare per mitigare i fattori di pericolo. Nessuno può fermare la pioggia, respingere la marea o impedire al vento di soffiare.

Ma nel caso di qualcosa come essere bloccato in un’area selvaggia, avere le giuste abilità, rifornimenti e altri preparativi può ridurre notevolmente o addirittura eliminare del tutto il pericolo. Come è stato detto, la differenza tra il campeggio e l’essere bloccati è solo una questione di abilità e attrezzatura!

Se gli effetti dell’evento non possono essere influenzati in modo significativo dall’attività umana, probabilmente stai affrontando un disastro.

I disastri sono solitamente il risultato di fenomeni naturali, come tempeste, terremoti o incendi. Alcuni atti provocati dall’uomo, tra cui la guerra e il terrorismo, potrebbero qualificarsi come un disastro.

Le emergenze possono essere causate da una varietà di fattori, sia naturali che causati dall’uomo. Un’emergenza può essere qualcosa di semplice e comune come un incidente d’auto o un guasto, o qualcosa di immediatamente urgente come un infarto o un incidente che provoca lesioni gravi. Potrebbe anche essere incentrato sull’uomo, come un’invasione domestica o una rapina.

La maggior parte dei disastri si verificano naturalmente, atti di Dio che possono o non possono essere prevedibili, ma raramente, se non mai, possono essere adeguatamente fermati o la fonte dell’evento minimizzata.

Molte emergenze, d’altra parte, possono essere evitate o la frequenza dell’istanza ridotta attraverso un’azione, una procedura e una preparazione adeguate.

Detto questo, sia le emergenze che i disastri possono verificarsi con una velocità spaventosa, lasciando poco tempo per reagire per evitarli. Spesso, è la velocità della tua risposta e l’azione correttiva in seguito che determineranno se la situazione è recuperabile o meno.

Reazione

I disastri spesso richiedono evacuazioni di massa e assistenza esterna per i soccorsi e il recupero. Riparare il danno e riportare le cose alla normalità è uno sforzo prolungato che può richiedere molti mesi o anni. Ed è possibile che le cose non tornino affatto alla normalità.

Le emergenze possono solo richiedere alla persona o alle persone che hanno a che fare con loro di agire per evitare danni. Le risposte potrebbero essere semplici, ma potrebbero anche non essere facili. Una volta che le persone colpite sono fuori pericolo, le cose generalmente tornano alla normalità e la società in generale rimane inalterata.

In che modo differisce la preparazione per un distastro o un’emergenza?

In generale, la principale differenza quando si tratta di prepararsi per i disastri rispetto alle emergenze è quella dell’immediatezza.

Come accennato in precedenza, sia i disastri che le emergenze possono verificarsi con grande velocità e praticamente senza alcun preavviso, ma a questo proposito di solito è l’emergenza comune e quotidiana che metterà alla prova i tempi di reazione più di un disastro, in particolare molti disastri naturali.

Consideriamo alcuni dei disastri naturali più comuni. Gli uragani, i tornado, le inondazioni e gli incendi…

Grazie alle moderne previsioni e ai radar meteorologici siamo in grado di rilevare l’avvicinarsi di questi disastri o le condizioni che potrebbero provocarli con ore o giorni di anticipo.

Un preparatore intelligente utilizzerà il preavviso per prepararsi e ridurre i rischi. Mettiamo a confronto questi con alcune delle emergenze quotidiane più comuni, ma non per questo meno mortali, che è probabile che si incontri.

Evitare un incidente d’auto può essere fatto solo in pochi secondi se sei fortunato. Un infarto richiede che tu o qualcun altro risponda in pochi minuti se vuoi mitigare i danni e salvare una vita. Un incidente in officina o in casa potrebbe anche produrre un infortunio che potrebbe far scattare il timer della morte con pochi minuti di anticipo.

il punto è che tutto ciò che utilizzerai per prevenire o mitigare la maggior parte delle emergenze deve essere innato o devi averlo a portata di mano, letteralmente attaccato al tuo corpo o seduto accanto a te.

Questo potrebbe assumere la forma di abilità e formazione, oppure potrebbe essere qualcosa come un kit di pronto soccorso che porti con te.

Per sopravvivere ai disastri, d’altra parte, di solito devi avere rifornimenti, scorte e attrezzature conservati in casa o in un altro luogo a cui puoi accedere in modo tempestivo in base al ritmo dell’evento.

Ad esempio, sopravvivere alle conseguenze di un uragano o di un altro disastro naturale sarà più facile con una scorta di cibo, un generatore con abbondanza di carburante, una scorta di medicine, vestiti, strumenti e cose simili.

Non qualcosa che puoi portare con te, ma qualcosa di cui hai comunque bisogno!

Sii pronto per entrambi!

La linea di fondo è che dovresti avere un piano di sopravvivenza sia per le emergenze che per i disastri. Il tipo di evento determinerà le specifiche del tuo piano, ma assicurati di avere pronto a tutte le evenienze.

Avere un solido piano di sopravvivenza da mettere in atto ti darà tranquillità in ogni situazione!