Ragioni razionali per cui diventare un prepper

Dovresti essere preparato, cioè diventare un prepper. Il coniuge, i figli, i genitori, i vicini e gli amici dovrebbero essere preparati: tutti dovrebbero essere preparati

1122
Ragioni razionali per cui diventare un prepper
Ragioni razionali per cui diventare un prepper

(In fondo all’articolo i link di paginazione per accedere alle pagine successive)

Sembra sciocco spiegarlo ma va detto: ogni persona, indipendentemente dalle sue idee politiche, età, reddito o posizione, trae vantaggio dall’essere ragionevolmente preparata per le emergenze.

Dovresti essere preparato, cioè diventare un prepper. Il coniuge, i figli, i genitori, i vicini e gli amici dovrebbero essere preparati: tutti dovrebbero essere preparati.

“Preparazione”, o prepper, non è una parolaccia. La preparazione non si limita agli stereotipi del cappello di latta che i produttori amano trasmettere in TV. La maggior parte dei prepper sono razionali e provengono da tutti i ceti sociali. Molti prepper sono molto intelligenti e di successo, al punto che considerano importante osservare le forze nel nostro mondo che peggiorano le cose, e questo li ha portati ad agire e a prepararsi.

Questo è il momento migliore in assoluto per essere vivi e la vita è relativamente facile per la maggior parte delle persone nel mondo sviluppato. Ma le comodità della vita moderna sono un colpo di fortuna nel grande schema della storia, e molti esperti pensano che abbiamo già raggiunto l’apice.

Abbiamo dato tutto questo per scontato e dato per scontato che continuerà, il che crea un tallone d’Achille che lascia miliardi di persone alla mercé di sistemi instabili. Miliardi di persone non sono in grado di fare cose semplici come accendere un fuoco senza un accendino o medicare una ferita.

Viviamo in un mondo imprevedibile e sembra che stia peggiorando. In altre parole, il nostro periodo di luna di miele degli ultimi decenni probabilmente sta finendo. Il nostro pianeta sta cambiando, causando disastri naturali sempre più frequenti e gravi. I principi fondamentali dell’economia ed il significato di lavorare e vivere stanno cambiando rapidamente in modi che non abbiamo mai sperimentato come esseri umani.

Le istituzioni ed i governi sono in difficoltà e invece di affrontare i problemi rinviano le soluzioni al futuro. Anche se si spera che alla fine risolveremo i problemi ambientali, la carenza di materie prime e le difficoltà economiche, sarà necessario un processo molto lungo e doloroso.

Alcune persone hanno deciso di essere pronte a tutto per una serie di motivi. Per alcuni, fa parte della responsabilità del nostro diritto a perseguire la vita, la libertà e la felicità. Molti genitori sentono che fa parte del loro lavoro.

Altri si sentono altruisti, che è parte del loro dovere essere pronti in modo da non appesantire la loro comunità con il bisogno di aiuto, e così possono essere pronti ad aiutare i loro vicini bisognosi.

Ma la preparazione è anche divertente e gratificante. Passi il tempo ad essere attivo e all’aria aperta, imparando nuove abilità che possono aiutarti in tutte le aree della vita e sfidando il tuo cervello a pensare a scenari interessanti (e anche cose profonde come cosa significa essere un essere umano indipendente).

In tutti i casi, ottieni la tranquillità di sapere che sei pronto e non sarai una vittima indifesa. Nello sfortunato caso in cui accadrà qualcosa, anche poche centinaia di euro di scorte alimentari e attrezzature per affrontare le emergenze possono fare la differenza per te e i tuoi cari.

Se questo articolo non ti convince a diventare un prepper, niente lo farà.

Le 10.000 parole di questa guida e le innumerevoli ore di esperienza e ricerca che ci sono state dedicate servono a convincerti di un fatto fondamentale che cambia la vita:

Ci sono un sacco di possibili emergenze molto reali e molto gravi, e potresti attraversarne almeno una nella tua vita. Probabilmente di più. Gli esperti più intelligenti e razionali del mondo stanno arrivando alla stessa conclusione: i prossimi 100 anni probabilmente faranno schifo.

Le prove sono schiaccianti sia per dimensioni che per chiarezza, al punto da essere spaventose. È impossibile documentare tutti gli scenari che potresti dover affrontare e quale potrebbe essere il futuro.

Questa guida è solo un esempio ed è il nostro tentativo di presentare ragioni razionali e basate sull’evidenza per cui dovresti prepararti. Quando sei pronto, iniziare a prepararti è facile.

I prepper non sono pazzi eremiti della foresta

Volevamo dirlo subito, perché alcune persone hanno stereotipi obsoleti e scorretti sui prepper: essere preparati non è un segno di alienazione o paranoia.

La maggior parte degli stereotipi sono radicati nella verità in una certa misura. Quando i “prepper” sono diventati una comunità identificabile, molti dei primi importanti blogger e personaggi televisivi provenivano dal lato profondamente alt-right dello spettro politico nelle zone rurali del paese. E, sì, alcuni di loro avevano visioni e preparazioni piuttosto estreme.

Con quasi tutti gli argomenti è bene tenere a mente che il modello di business dei media è quello di attirare l’attenzione, non condurre una ricerca della verità – questo non vuol dire che “i media sono falsi”, ma gli incentivi contano. Quindi i produttori televisivi ed i giornali adorano mostrare l’eremita pazzo che impugna quattro pistole e parla delle torri di controllo mentale della CIA. Questo non è più rappresentativo dei prepper di quanto i Kardashian lo siano  della California.

Ma la preparazione è ora molto più diffusa e quegli stereotipi sono persino sbagliati. Già nel 2013, media come il New York Times e Jezebel parlavano di “The Preppers Next Door“.

Preparati perché non puoi prevedere cosa accadrà

Anche quando siamo fiduciosi su ciò che accadrà in futuro, gli umani non sono abbastanza preparati per questo. Sai che morirai, ma molti evitano di scrivere un testamento. Sai che prima o poi dovrai smettere di lavorare, ma molti evitano di risparmiare per la pensione. Sai che stasera mangiare tutta la pizza è una pessima idea, ma molti lo fanno comunque.

A volte è perché non vogliamo pensare o “ammettere” che possono accadere cose brutte. L’ignoranza può essere beatitudine (fino a quando non ti morde nel culo).

Altre volte è perché il divario tra fare un investimento e ottenere la ricompensa è troppo lungo. Oppure procrastiniamo, la vita si mette di mezzo, pensiamo di essere giovani e invulnerabili, e così via. Non importa quanto sei ottimista o quanto credi nella bontà delle altre persone o del governo. Gli umani sono fallibili, le creature disordinate e i sistemi fatti di umani sono ancora più fallibili (come il governo). Anche un pianeta pieno di persone simpatiche e ottimiste avrà ancora tempeste e incidenti d’auto.

Troppi prepper si concentrano su una fascia ristretta di grandi paure SHTF, come la guerra o il collasso improvviso. Parte di un Sano Mantra Prepper è che non puoi prevedere cosa accadrà, quindi l’obiettivo è abbinare i tuoi sforzi di preparazione alla gamma di scenari che potresti incontrare in base alla probabilità di ciascuno.

La storia recente potrebbe essere un colpo di fortuna

Gli esseri umani esistono da circa 250.000 anni. È solo negli ultimi ~ 150 anni che la vita è diventata ragionevolmente confortevole e solo negli ultimi ~ 75 anni buona parte delle persone ha potuto soddisfare tutti i bisogni fondamentali. Una persona della classe media oggi vive come viveva l’1% più ricco appena un secolo fa.

Quindi, nel grande schema delle cose, gli ultimi decenni sono stati insoliti.

Anche se limiti la cronologia agli ultimi 2000 anni, ci sono molti esempi in cui l’umanità è migliorata ma poi è tornata indietro. Ad esempio, siamo passati dalla democrazia e dall’illuminazione greca e romana all’oscurantismo del Medioevo.

Questo è importante perché gli umani vengono facilmente ingannati da falsi schemi. Sei vivo da 20-70 anni e si dà il caso che quei 20-70 anni si allineano con questo periodo insolitamente fantastico della storia. Questa ignoranza della storia fa sì che molte persone pensino che le cose non possono assolutamente peggiorare – dopotutto, le cose sono sempre migliorate durante la loro vita.

Insolito colpo di fortuna contro progresso sostenibile

Ci auguriamo sinceramente che i miglioramenti del mondo moderno ai nostri standard di vita siano sostenibili, ma attenzione ai pregiudizi dei sopravvissuti: solo perché le cose “sono sempre andate bene” durante la tua vita non significa che lo faranno sempre.

Quando ascolti gli esperti, come economisti, tecnologi, ricercatori, politici, storici e così via, fanno notare che molti dei progressi compiuti negli ultimi decenni non sono sostenibili. Come costruire una grande casa sopra a un terreno paludoso con un mutuo che non puoi permetterti, abbiamo costruito il progresso degli ultimi decenni su prestiti traballanti e cattivi fondamentali.

Il debito, come i mutui e i prestiti agli studenti, è un buon esempio. Il debito è in realtà una buona cosa quando aiuta le persone a comprare una casa o a prendere una laurea in tempi in cui l’economia continua a crescere. Il problema è quando la torta smette di crescere e c’è tutto questo debito residuo. Quindi, quando senti frasi come “la nuova normalità” in una bassa crescita economica, preoccupati.

Per mantenere l’economia in crescita, abbiamo esternalizzato lo sviluppo in paesi emergenti come la Cina, dove la manodopera era a buon mercato e le normative, come la protezione dell’ambiente, erano scarse. Ecco perché la Cina è cresciuta molto rapidamente, ma nel frattempo ha distrutto aria e acqua. Questo ci ha dato un impulso temporaneo nell’ottenere prodotti a basso costo mentre il nostro reddito è rimasto stabile. Ma anche lì stiamo esaurendo le opzioni. Ormai, anche la Cina sta vivendo questi problemi e sta dando la priorità alla sostenibilità rispetto agli obiettivi a breve termine.

Poniti una semplice domanda istintiva: le cose sono davvero migliori oggi rispetto a 20 anni fa?

Solo il 37% degli americani pensa che i propri figli staranno meglio di prima. Quel numero era quasi il doppio solo un decennio fa. Quando si suddivide per generazione, solo il 20% dei Millennial pensa che staranno meglio dei propri genitori, rispetto al 67% dei Baby Boomer.

Se le cose stanno davvero migliorando, i numeri non andrebbero chiaramente nella direzione opposta? Non può essere tutto dovuto a notizie false e alla paura, quindi deve esserci qualcosa che non va.

Disastri improvvisi vs declino graduale

È più facile pensare ai disastri improvvisi: la grande tempesta, un’improvvisa guerra nucleare o qualsiasi cosa possa portarci dalla vita normale a uno scenario d’emergenza in pochi minuti o giorni.

In un certo senso è più facile pianificare questi eventi improvvisi. Hai la tua borsa, il tuo piano per rifugiarti, la scorta di cibo, ecc. Sei pronto per affrontare l’isteria improvvisa. Ma che dire di un declino più lento? Troppe persone trascurano il ruolo estremamente prezioso della preparazione per questi scenari.

Ad esempio, potresti voler essere indipendente dalla rete elettrica nel caso che scoppi una guerra. Ma quella stessa preparazione ti gioverà se il costo dell’energia iniziasse a crescere del 20% all’anno o se l’infrastruttura della rete peggiorasse a tal punto da provocare frequenti blackout.

La nostra ricerca mostra che per una persona a caso, la possibilità di un disastro improvviso e la possibilità di un declino significativo nei sistemi che la circondano (come la disponibilità di cibo e acqua) o emergenze personali come la disoccupazione improvvisa e prolungata sono più o meno le stesse.

A volte un argomento, come le inondazioni, può essere sia improvviso che graduale. Se vivi vicino al livello del mare sulla costa, le tempeste e il cambiamento climatico creano rischi molto reali sia di un’inondazione improvvisa che di una graduale erosione della costa, che si tradurrà in disastri economici (prezzi delle case) e sfollamenti (dove andranno tutte quelle persone?)

Stiamo certamente facendo alcune ipotesi plausibili. A causa degli ultimi decenni di relativa pace e prosperità – e nascondendo i costi sotto il tappeto – le persone hanno semplicemente pensato che le cose stessero migliorando. Poiché guardiamo al futuro anziché utilizzare solo dati storici, stiamo mettendo insieme stime e previsioni di vari esperti e soggetti.

È ragionevole considerare gli eventi recenti come un proxy per i tipi di problemi di lento declino che probabilmente dovremo affrontare. Alcuni esempi:

  • Tempo generalmente peggiore. La maggior parte dei luoghi del pianeta sta assistendo a cambiamenti del clima di anno in anno. Più caldo, più freddo, più allagamenti, meno pioggia, ecc.
  • Acqua. Recentemente, migliaia di persone rimaste senza un accesso affidabile all’acqua pulita.
  • Cibo. L’industrializzazione del nostro sistema alimentare ci sta letteralmente uccidendo. Le tendenze recenti sul cibo locale e biologico e i progressi tecnologici come l’agricoltura indoor sono fantastici. Ma potrebbero esserci ancora situazioni in cui una fornitura di cibo locale è contaminata, il cibo viene a mancare dagli scaffali a causa di un’emergenza, i raccolti e il bestiame diminuiscono improvvisamente a causa di condizioni meteorologiche strane o problemi idrici, ecc.
  • Fondamenti in declino di una società libera. Tra l’erosione della neutralità della rete, l’invasività dello spionaggio del governo, emergenze pandemiche e altro, potremmo trovarci senza i fondamentali necessari per una società libera e prospera.
  • Economia post-lavoro. Molti sostengono che siamo già in questa fase, ma è ancora così presto che la maggior parte delle persone non ha ancora il vantaggio del senno di poi per sapere che sta succedendo. Sta diventando più difficile per una persona media mantenere un giusto equilibrio e provvedere a una vita familiare di classe media. Man mano che quel motore precedentemente affidabile inizia a vacillare, ci sarà un graduale declino della retribuzione da portare a casa e livelli più elevati di disoccupazione/sottooccupazione cronica.