Virgin Galactic sale ma poi scende in borsa dopo il volo di Richard Branson

Le azioni di Virgin Galactic si sono inizialmente apprezzate per poi ritracciare, ma poi si sono ritirate venerdì, dopo che l’impresa di turismo spaziale ha completato con successo la missione in cui ha portato nello spazio il suo fondatore Sir Richard Branson.

Subito dopo la missione il titolo è schizzato in alto in borsa in seguito all’annuncio che il primo volo turistico ufficiale della compagnia sarà lanciato il prossimo 20 luglio.

Il titolo Virgin Galactic è balzato fino al 25% poco dopo l’apertura prima di scivolare, chiudendo la giornata in rialzo del 4% a $ 44,94 per azione.

Il titolo è più che raddoppiato finora quest’anno, ma ha visto notevoli oscillazioni, salendo sopra i 60 dollari per azione a febbraio prima di scendere a quasi 15 dollari a maggio e poi rimbalzare.

 

La compagnia ha circa 600 prenotazioni per i voli futuri, venduti a prezzi compresi tra $ 200.000 e $ 250.000 ciascuno. Branson ha annunciato in un video giovedì che “quando torneremo dallo spazio, annuncerò qualcosa di molto eccitante per dare a più persone la possibilità di diventare un astronauta”.

Virgin Galactic entra in attività

VSS Unity accende il suo motore a razzo poco dopo il suo terzo volo spaziale il 22 maggio 2021.
Fondata nel 2004, Virgin Galactic ha passato anni a testare il suo sistema di veicoli spaziali, con diverse battute d’arresto e un incidente mortale nel 2014 che ha ritardato i piani dell’azienda.
VSS Unity viene lanciato da un aereo da trasporto a propulsione a reazione, prima di accelerare a più di tre volte la velocità del suono. La navicella trascorre quindi alcuni minuti in condizioni di microgravità sopra gli 80 chilometri di altitudine – il confine che gli Stati Uniti riconoscono ufficialmente come l’inizio dello spazio – prima di iniziare a scendere lentamente e tornare sulla Terra per atterrare sulla pista di Spaceport America.
Virgin Galactic dispone di un altro spazioporto, che presto sarà operativo, presso l’aeroporto di Taranto-Grottaglie, in Italia, in collaborazione con l’Agenzia Spaziale Italiana.

Branson inizia i voli

Dopo aver completato il suo terzo test di volo spaziale fino ad oggi, il 22 maggio, la leadership di Virgin Galactic ha affermato che rimanevano altri tre test di volo spaziale. Il primo doveva trasportare quattro passeggeri per testare la cabina, il secondo doveva trasportare Branson e il terzo e ultimo test avrebbe fatto volare membri dell’Aeronautica Militare Italiana per l’addestramento professionale degli astronauti.

Ma l’annuncio di Branson di giovedì rappresenta una riorganizzazione di quel programma. La riprogrammazione è arrivata dopo che Virgin Galactic ha ricevuto una licenza FAA chiave che ha autorizzato la compagnia a far volare passeggeri su futuri voli spaziali.

Il CEO di Virgin Galactic, Michael Colglazier, ha sottolineato in un’intervista alla CNBC la scorsa settimana che la sicurezza è “la prima considerazione”.

Il tonfo borsistico di cui accennavamo in apertura non è conseguenza diretta del successo spaziale (che nel pre-Borsa aveva fatto salire il titolo), ma del fatto che il giorno dopo il viaggio di Branson ha annunciato la vendita di titoli della compagnia per 500 milioni di dollari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Please reload

Attendere...